[recensioni] – Shopping con Jane Austen di L.V. Rigler

Carissim* followers, ecco la mia recensione di oggi… sì, il vostro dubbio è assolutamente leggittimo: è il mio periodo austeniano! 🙂

Dovete sapere che amo appassionatamente Jane Austen e i suoi romanzi e che periodicamente li riprendo per sprofondare, nuovamente, nella lettura di Orgoglio e Pregiudizio, Senno e Sensibilità o Persuasione. Jane Austen non mi basta mai e mi dispero che questa bravissima autrice ci abbia lasciato in eredità così pochi romanzi! Così potete immaginare la mia gioia quando ultimamente ho scoperto alcune edizioni di due suoi romanzi che non avevo mai letto! Ed ecco, quindi, che dopo averli divorati ve li ho proposti nelle recensioni dei giorni scorsi…

Questo romanzo, invece, è di un’autrice contemporanea che ha deciso di ambientare il suo romanzo nelle atmosfere di Orgoglio e Pregiudizio e, diciamo, completa idealmente questo mio percorso austeniano… Ecco quindi che oggi vi parlo di…

shoppingLaurie Viera Rigler – “Shopping con Jane Austen”

Sperling & Krupfer – 2010 – pag 236 – 17,90 euro

Sinossi: Courtney Stone vive a Los Angeles, ha un fidanzato con cui sta finalmente per convolare a nozze ed è un’incallita lettrice di Jane Austen. Quando sorprende il suo promesso sposo con un’altra, l’unica cura al suo dolore sono la vodka ghiacciata e una copia di Orgoglio e Pregiudizio, che inizia a rileggere prima di sprofondare in un sonno consolatore. Al risveglio è a dir poco disorientata: non si trova più nel suo appartamento del Ventunesimo secolo, e neppure nel suo corpo, ma nella sontuosa stanza di una magione inglese e nei panni di una signorina dell’era della Reggenza.

A dispetto di ogni spiegazione logica, Courtney non solo è intrappolata nella vita di un’altra donna, ma è costretta a fingere di essere davvero lei e a fare i conti con una realtà ben diversa da quella cui è abituata. Neppure il folle amore per Jane Austen l’ha preparata ai vasi da notte e alle luride locande Inghilterra del Diciannovesimo secolo, per non parlare della realtà di essere una single alle prese con accompagnatori soffocanti, seduttori sprovvisti di preservativo e commenti malevoli sulla sua condizione di zitella.

Mentre cerca di tornare alla vita di sempre con ogni mezzo, Courtney scopre però che la nuova identità ha anche dei vantaggi e incomincia ad apprezzare le “passeggiate nel boschetto” e le sale da the, le feste da ballo e i pomeriggi di “shopping” da sarto, tra stoffe, nastri di raso, merletti e abiti eleganti. Quando poi entra in scena l’enigmatico Mr. Edgeworth, tanto simile al Mr Darcy della sua eroina Elizabeth, le cose si fanno proprio interessanti…

<<A quanto pare sto sognando e per di più si tratta di un sogno estremamente olfattivo. Strano, comunque. Non riesco a ricordare di essere mai stata consapevole di sognare durante il sogno stesso. Sogni lucidi.>>

[L.V. Rigler]

Recensione: Il titolo è fuorviante perché spinge il lettore a credere di trovarsi di fronte a un’ennesima scopiazzatura del filone Kinsella, invece ci troviamo di fronte ad altra narrazione e soprattutto a un racconto ambientato alla fine dell’Ottocento, nella campagna inglese, che niente ha a che vedere con lo shopping!

Lo stile è divertente e l’ottima idea di base rende godibile la storia e piacevole la lettura.

Lo consiglio alle lettrici JaneAustenAddict, perché è scritto da una dei membri della Jane Austen Society of North America e perché è ambientato nelle impareggiabili atmosfere austeniane. Ma, soprattutto, perché è dedicato (come scrive l’autrice nella sua nota d’apertura) “alle appassionate di Jane Austen, passate, presenti e future; e, soprattutto, a Jane Austen, i cui “pochi centimetri d’avorio” sono una sorgente infinita di saggezza e gioia per quest’umile ammiratrice. Se c’è un po’ di giustizia in questo mondo, Miss Austen, allora esiste una realtà parallela nella quale quel bel giovanotto che veniva dal mare non è morto giovane, lei è vissuta abbastanza a lungo per scrivere almeno altri sei romanzi e siete invecchiati felici insieme, preferibilmente senza figli.”

Leggetevelo e non ve ne pentirete.

Loriana

Annunci

2 thoughts on “[recensioni] – Shopping con Jane Austen di L.V. Rigler

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...