[letti per voi] – L’alba dei papaveri, di Adua Biagioli Spadi

banner

 Poesie d’amore e d’identità

11072910_10205223389357363_665063611416817613_n

Titolo: ” L’alba dei papaveri (poesie d’amore e d’identità)” – Autrice: Adua Biagioli Spadi – Editore: La vita felice – Genere: poesia – pagine: 88 – anno: 2015 – prezzo: 12.00 euro –  Isbn: 9788877997371 – acquistalo qui


 

Dalla prefazione di Ilaria Minghetti

L’alba dei papaveri, il giorno che nasce come simbolo della vita che si rinnova continuamente e i papaveri come simbolo della bellezza della spontaneità.

Frutto di un lavoro durato dal 2007 al 2014, la raccolta è nata da un’esigenza di “parlarsi” e successivamente di parlare, da un dialogo prima con se stessa e successivamente con l’altro, da una ricerca prima di valutazione e poi di condivisione su temi nei quali viene data al lettore la possibilità di riconoscersi, di individuare percorsi analoghi.

Poesie d’amore e identità è il sotto titolo indicante due fulcri fondamentali su cui poggia lo sviluppo dei testi: l’amore con tutti i suoi volti, l’identità con la ricerca dei vari aspetti dell’Io relazionato al mondo.

L’alba dei papaveri è un ricordo a sottolineare che il tempo non è mai statico e mai del tutto passato.


 

La mia recensione

 

– L’assenza –

Senti, come tutto quaggiù

si trasforma sotto la neve.

Il tetto spiovente è scivolo immacolato,

piegata di peso è la morbida frasca

pare onda appesa all’aria che gela.

L’azzurro bagliore mi sfugge

in opaca crosta di quercia

il fuori condensa perfino quella carezza.

Pure il mio restare in questo fermarsi

un istante biancheggia,

silenzio degli strumenti.

L’orizzonte è un altro e io

non arrivo mai.

Tutto sparisce

sotto la neve che copre,

tranne queste tue rose infuocate

che non so più guardare dentro,

nel profumo dell’assenza.

 

Le poesie di Adua Biagioli Spadi hanno il tocco delicato del pittore. Esse sono brevi tele dai colori differenti, capaci di cristallizzare in versi un ricordo, un breve palpito di vita.

La penna dell’Autrice è lieve e i componimenti si susseguono con musicalità e sensibilità artistica.

– A un amore –

A te mi rivolgo,

perché so che ci sarai

quando il desiderio di una vita

tasterò fra tocchi rifioriti,

tenendo il frutto colto nel mattino

dal cielo di un balcone.

Questo mare sa di onda che sale

leggera nella calma

corteggia la conchiglia

mentre osservo la lentezza

dei gabbiani, il sibilare

a pelo a pelo sull’arioso soffio.

Proprio da quaggiù,

dove la gente stiracchia

un minuscolo sorriso

dentro a un rito buono,

nell’ovatta della quiete

dove arrischia il sole a picco.

Onde che non fanno salpare.

Il loro moto

fa sperare

di udire la tua voce

che cerco straniera nel tuo campo,

nella sabbia che stringo

ancora nel mio palmo.

 

Le brevi istantanee, che si dispiegano attraverso le pagine, colpiscono proprio per questa delicatezza costante, trasformandosi in leggere liriche di luce e colori, attraverso cui viaggiano le emozioni.

Oro

L’oro è dove mai lo attendo

nei disincantati luoghi,

perfino nel bruscello degli

inverni succubi del freddo.

Negli angoli tramortiti del giardino

e nel profumo intenso dei tuoi panni

l’oro si nasconde,

si rivela solido gioiello

sprofumato ai mille venti.

L’oro è sempre dentro ai firmamenti,

sa della tua voce,

questo è il gusto intriso del suo canto,

vibra dentro all’invisibile tuo gesto

e sfuma in echi di caldi tuoi respiri.

Dovevo saperlo che eri grappolo d’acini

intrappolato nel mescere dell’ocra,

potevo riconoscere nel sole dei miei drammi,

la fortuna del dono degli intarsi che celavi.

Ma quando vivi l’ora del qui

e il minuto tremolante dell’incerto

non ti avvedi mai

della delizia preziosa che ti porta,

l’Eldorado che possiede forse

finissima polvere di verità.

 

Ne consiglio la lettura agli amanti della poesia, quella cristallina di luce, soffusa di emozioni.

∼ Loriana ∼


Info sull’Autrice: Adua Biagioli Spadi

fotoL’Autrice vive a Pistoia. E’ Maestra d’arte e nel 1995 frequenta il corso di laurea in Lettere Moderne all’Università di Firenze e qualificandosi come operatrice culturale e dello spettacolo. Svolge anche attività di recensionista, oltre a scrivere poesia.

Presente in numerose pubblicazioni di antologie di Premi e concorsi letterari, a livello nazionale e internazionale, è altresì inserita in collane letterarie e poetiche, nonché in Agende letterarie, tra le quali Otma Edizioni, Ibiskos Ulivieri e Ambrosia.

Finalista in premi prestigiosi, tra cui citiamo il Premio Città di Cattolica Inedito con la Silloge poetica “Sole” e vincitrice del 1° Premio al Concorso Letterario De Leo-Bronte–Bronteana, cultura inglese nella sezione Narrativa.

La sua silloge poetica”L’alba dei papaveri” è stata pubblicata a giugno del 2015.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...