[letti per voi] – La verità celata, Seb Kirby

cover2Questo romanzo dell’autore britannico Seb Kirby, di cui vi avevo dato un’anticipazione dell’uscita anche su questo blog, fa parte della triolgia di James Blake ed è tra le pubblicazioni self ad aver avuto maggior riscontro di vendite e lettori.

In Italia è stato pubblicato grazie al lavoro di una traduttrice, Monica R. Pelà.

Trattasi di un thriller ben articolato e strutturato con un ritmo serrato e coinvolgente, che grazie a flashback temporali, lentamente va a comporre l’intero puzzle della storia.

Una storia in cui tanti elementi si intrecciano: arte, ambizione, traffici illegali di rifiuti tossici, boss della malavita toscana, prostituzione, droga, lussuria, depistaggi, indagini polizesche, scoop giornalistici, amore, gloria, amicizia e tradimento vanno a dare corpo a una storia ben congeniata.

Seb Kirby, esperto di tecniche di restauro in quanto docente presso l’Università di Liverpool, ha ambientato le vicende nel mondo dell’arte per poi inserire ulteriori elementi a intricare il caso. Interessanti le informazioni che dà al lettore relativamente al restauro delle opere d’arte e alle nozioni sul mondo delle gallerie e dei musei internazionali. Il punto di partenza è quindi questo, in cui l’autore ha estrema competenza e che riesce a descrivere in modo da interessare, mantenendo una leggerezza nella trattazione e senza pause nel ritmo narrativo. Abile nel descrivere situazioni e ambientazioni, riesce a dare un buon tratteggio ai personaggi della vicenda, senza approfondire eccessivamente la loro psicologia ma dando al lettore elementi utili per avere una propria idea su di essi. Anche perché qui niente è come si pensa, spesso luci e ombre rendono confuso lo scenario e l’indagine porterà a scoprire ulteriori gravi sviluppi rispetto a un semplice caso di omicidio.

Ma veniamo alla storia…

kirbyJames rientra a casa e trova l’appartamento a soqquadro. Sua moglie Julia è stata uccisa e lui si ritrova con il suo corpo tra le braccia senza riuscire a dare un senso a tutto questo. Perché è stata uccisa?

Julia non aveva nemici.

Perché era a Londra?

Julia doveva essere in Italia, a Firenze per lavoro.

Ma soprattutto, cosa significa quel suo messaggio, ricevuto da James ormai troppo tardi, contenente un accorato appello: “Aiutami” oltre a un’immagine: Leda e il Cigno di Michelangelo? Perché negli ultimi istanti della sua vita Julia ha deciso di inviare proprio questo sms? Che messaggio contiene l’immagine allegata? Perché James dovrebbe essere in grado di comprendere il messaggio racchiuso in essa?

Ecco il primo dilemma della storia.

James non comprende, non sa che risposta dare né a sé né alla polizia che sta indagando sull’omicidio e che sospetta immediatamente di lui. Eppure James sa che deve cercarla, una risposta. Quindi si allontana, anche se non dovrebbe, dall’Inghilterra e si reca a Firenze, per indagare.

Qui scoprirà che sua moglie, pur di andare alla ricerca del capolavoro perduto, aveva fatto accordi con una pericolosa famiglia fiorentina, i Lando, implicata in molte attività criminali. Ma cosa può essere successo durante il suo soggiorno in Italia, per spingere i Lando a firmare la condanna a morte di Julia?

James inizia a decriptare l’hard disk della moglie nel tentativo di trovare indizi. Alle sue indagini parteciperanno suo fratello Miles, giornalista, e il suo amico fotografo. I due sembra conoscano molto più di quanto dicono…

La determinazione di James, che pur nella confusione generata dal dolore della perdita dell’amata moglie riesce a mantenere lucidità e arguzia nel districare l’intricata matassa, lo porterà a scoprire verità sconvolgenti e a trovarsi nel centro del mirino, in un susseguirsi di azioni che metteranno a repentaglio la sua stessa esistenza. Anche alcuni degli altri attori di questa storia giungeranno all’appuntamento con il loro destino in agguati inaspettati e violenti.

I personaggi dell’intera vicenda si alternano durante la narrazione, portando il lettore ad avere man mano il quadro della situazione, anche se – da buon thriller – spesso alcune cose non sono quelle che sembrano. Il romanzo è scritto con in terza persona con pov interno (quello di James) e i continui flash-back a volte creano confusione nel lettore e non facilitano la linearità narrativa; eppure il tutto funziona bene anzi, offre completezza di informazioni e chiarimenti rispetto alle precedenti intuizioni errate del protagonista.

Un romanzo che posso consigliare perché incessante e pieno di colpi di scena; anche se su alcuni aspetti può essere debole – le  fin troppe le situazioni che si intrecciano risultano nel finale poco approfondite, quasi affrettate – ma tutto questo a un esordiente si può perdonare. Soprattutto perché il romanzo è di gradevole lettura e tiene con il fiato sospeso il lettore fino alla sequenze finali.

Trovo infatti che l’Autore abbia davvero tutte le capacità per emergere e il successo che ha ottenuto in tutto il mondo è la prova che gli autori self sono ottime penne di qualità.

Seb Kirby ha inoltre pubblicato altri due volumi, sempre legati alle vicende di James Blake.

∼ Loriana ∼


Altre info

Titolo: La verità celata
Titolo originale: Take no more
Editore: autopubblicato
Pagine: 250
Prezzo: 9,87 € cartaceo / 4,99 € ebook

Sinossi

Julia Blake è una restauratrice che si occupa di arte classica. La sua specialità è quella di indagare sotto la superficie dei dipinti per scoprire cosa nascondono. Lei è sicura che un buon numero di preziosi dipinti mancanti, ritenuti ‘perduti o distrutti’, siano in realtà stati sovradipinti con un altro lavoro, come metodo per nasconderli. A tale proposito, Julia ha rintracciato a Firenze una collezione di dipinti che sembra molto interessante ed è andata in questa città per cercare di scoprire un capolavoro nascosto e affermarsi nel mondo dell’arte.
La verità celata inizia quando James Blake, il marito di Julia, rientra nella loro casa a Londra e scopre che lei è stata uccisa. Che cosa l’aveva riportata a Londra senza preavviso? Perché qualcuno ha commesso questo sconvolgente crimine?
Blake è deciso a trovare i suoi assassini ma ha poco a cui aggrapparsi. Solo l’ultimo messaggio che Julia gli ha inviato dal suo telefono cellulare: ‘Aiutami’ con un allegato che mostra il dipinto di Michelangelo ‘Leda e il cigno’.
Come primo sospettato del delitto, James fugge dall’Inghilterra e si trova a percorrere una strada lastricata di inganni e pericoli attraverso i paesaggi mozzafiato di Venezia e Firenze in un mondo sommerso fatto di crimine, cospirazione e corruzione. Un percorso che lo porterà a scoprire l’assassino e la shockante verità celata dietro il mistero.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...