[ospiti] – Urban fantasy: Daniele Imbornone e la sua saga del RedCrow

Buongiorno a tutti, carissim* followers! ❤

Come sapete il Salotto Letterario di Scintille d’Anima apre periodicamente i battenti per ospitare nuovi esordienti e giovani autori emergenti italiani. Una consuetudine che amo mantenere, pur avendo dilatato nel tempo i post e gli appuntamenti di questo blog per ritagliarmi lo spazio necessario a poter ultimare alcuni nuovi romanzi (di cui vi parlerò prossimamente), perché mi piace sostenere gli autori emergenti italiani di talento.

Lo faccio volentieri e con convinzione, ormai da tempo. E in questi mesi ho potuto verificare che è una cosa che voi avete sempre dimostrato di gradire, perché vi permette di scoprire nuove ottime penne e titoli intriganti e di qualità. Di questo ne vado fiera e vi ringrazio ❤

Così eccoci a nuovo appuntamento  del nostro Salotto per…

banner

composit

Oggi è qui con noi Daniele Imbornone, autore urban fantasy della saga de “Il Corvo Rosso dell’alta società” (edito dalla Gds)!

Come al solito – i frequentatori abituali di questo blog ormai già lo sanno ma lo spiego per i nuovi ospiti – vi invito a servirvi dei dolcetti e delle bibite che trovate nel virtualbuffet allestito per l’occasione in fondo a questo Salotto…

Mi fa piacere avervi qui, vedo che siete in tanti, un grande benvenuto a tutt*! ❤

banner virtualdolcettiNel frattempo, mentre voi vi deliziate e vi preparate all’evento, vi presento il nostro Autore… Daniele Imbornone è uno scrittore milanese, capace di destreggiarsi bene in stili e generi differenti e io spero di suscitare curiosità sul suo lavoro letterario perché, pur se giovanissimo, Daniele è uno scrittore emergente che merita di essere seguito!imbornone

Prima di iniziare vi segnalo la sua pagina facebook del suo romanzo “Il corvo rosso dell’alta società”, il blog dedicato al Corvo Rosso, la sua pagina autore su Liberarti  e il profilo autore su mEEtale, dove potrete girovagare per scoprire ulteriori suoi lavori e novità.

Daniele l’ho conosciuto grazie al contest letterario “MaglaxWriters” (una specie di xfactor letterario diviso per squadre e a eliminazione diretta dopo prove di scrittura imposte dalla giuria), dove io ho svolto il ruolo di coach per il team uomini under 30, proprio il team di Daniele, dove ho potuto scoprire il suo talento, avendo anche la possibilità di lavorare direttamente con lui in fase di editing. In quella occasione lui, pur se giovanissimo, ha dimostrato doti narrative e notevole duttilità nell’affrontare generi anche opposti, assieme a un’insolita maturità e profondità di trattazione degli argomenti.

Il suo racconto breve, “Le impurità del cuore”, oltre ad avergli consentito di essere tra gli autori selezionati, gli ha anche permesso di far scoprire la sua abilità nell’affrontare tematiche importanti con connotazioni sociali; mentre l’altro suo racconto arrivato alle semifinali dal titolo “Scheggia”, ha permesso di introdurre il lettore alla trattazione di tematiche religiose, con uno stile inusitato, quasi biblico.

Amici, vi invito a prendere posto perché a breve partiremo con l’intervista.

Nel frattempo vi fornisco ulteriori informazioni su Daniele…

Daniele è l’autore de “Il Corvo rosso dell’alta società”, romanzo, di genere urbanfantasy, il primo di una trilogia, che narra le vicende di Sayph, un mietitore di anime e che prossimamente vedrà l’uscita del nuovo secondo capitolo [di Daniele e de “Il Corvo rosso dell’alta società” avevo già parlato precedentemente; qui con la mia recensione].

Io ho avuto la fortuna di leggere questo lavoro in anteprima, quando ancora era un manoscritto inedito e all’epoca mi piacque molto: la storia, che si svolge in parte in un universo parallelo ma che si collega alla realtà, ha personaggi che hanno la capacità di conquistare il lettore e farsi amare profondamente, adotta uno stile ben definito, con grande capacità narrativa e ha un’ambientazione originale e ben strutturata. Le implicazioni filosofiche e gli approfondimenti psicologici fanno di questo romanzo una piccola chicca di pregio, così incoraggiai Daniele nella laboriosa ricerca di un editore, cosa che poi si è puntualmente realizzata. A distanza di quasi un anno, infatti, Daniele Imbornone ha pubblicato con GDS Editore e ora “Il Corvo rosso dell’alta società” è conosciuto e apprezzato da un pubblico amante del genere fantasy per la sua capacità di saper descrivere sapientemente i mondi originali e fantastici che nascono dalla sua mente e saper dare tridimensionalità ai personaggi che risultano vivi, umani, tangibili nelle loro evoluzioni emotive e personali.

Bene, vi ho detto praticamente tutto. Ora lascio la parola a Daniele Imbornone, affinché sia lui a raccontarsi e raccontare dei suoi mondi immaginari…

INTERVISTA logo

Loriana – Ciao Daniele benvenuto, è un piacere averti qui. Parlaci un po’ di te… come sei, cosa fai, a cosa aspiri?

Daniele – Ciao Loriana; anche per me è un piacere essere tuo ospite.
Mah, a cosa aspiro? A niente di troppo alto a dir la verità. Amo le cose semplici (a parte quando scrivo. Lì sì che mi piace complicarmi la vita e fare i viaggioni mentali. Eheheheh). A parte gli scherzi sono un ragazzo a cui piace la tranquillità e la quotidianità. Mi piace stare in casa e uscire quando mi va. Amo scrivere e disegnare. Sperimentare cose nuove e la bellezza di un pomeriggio in compagnia del mio PC.

Loriana – Parliamo del tuo rapporto con la scrittura. Cosa ti spinge a scrivere?

Daniele – Mi piace scrivere di tutto. Il mio genere è l’urban fantasy però nasco con quello fantascientifico, che resterà sempre il mio primo amore.
Mi metto alla prova con un po’ di tutto. Nei vari contest a cui ho partecipato e a cui continuerò a partecipare spazio per molti generi; anche se non ho mai scritto e credo che mai mi cimenterò in qualcosa di troppo sdolcinato (alla Moccia) o nell’erotico. Scrivo perché mi va. Mi piace e mi permette di esprimere le mie idee. Ad essere sincero però… non ho una vera spinta.
Scrivo quando ho voglia e perché ne ho voglia. A volte mi costringo a scrivere perché devo ma… i risultati, col senno di poi, non sono dei migliori, e quindi cancello e riscrivo.

Loriana – Come nascono le tue storie? Come lavori alla stesura del testo?

Daniele – Nascono un po’ dai miei pensieri e un po’ da ciò che vedo o sento.
La maggior parte delle cose che scrivo però, vengono dal mio modo di vedere il mondo e la gente in esso. Ne: il corvo rosso dell’Alta Società, ciò è molto presente e gli do una grande importanza.
Come lavoro alla stesura? Beh, sono molto lento xD
Per lavorare bene, devo prima avere la voglia di scrivere e poi delle idee da battere sulla tastiera. Butto giù una bozza e la riguardo. Poi proseguo e, finito il tutto, parte la correzione selvaggia.

Loriana – Passiamo a parlare de “Il Corvo rosso dell’alta società”. Com’è nata questa storia nella tua testa?

Daniele – Mi è sempre piaciuta la figura del mietitore di anime: quello classico con la casacca nera, il cappuccio e la falce in mano. Tempo prima scrissi un racconto breve sullo stesso tema dal titolo: A un passo dalla morte (per chi volesse leggerlo è qui). Mi è piaciuto scriverlo e quindi ho cominciato a pensare più in grande. Ne è uscito poi la storia di Sayph.

Loriana – Di questo tuo romanzo: è nato prima il protagonista, Sayph o, viceversa, è nata prima la storia e i mondi di sopra e di sotto e poi lui?

Daniele – Di solito penso sempre prima al protagonista; ma in maniera superficiale.
Poi penso allo stesso modo alla trama e agli scenari.
Infine evolvo e approfondisco il tutto. Come detto prima, mi piace complicarmi la vita e creare situazioni difficili e imprevedibili per poi risolvere tutto con innati colpi di scena. (Vecchie abitudini difficili da estirpare, nate dal gene della fantascienza).

Loriana – Qual è il tema principale di questo romanzo? Cosa vuoi comunicare e in che modo lo hai affrontato?

Daniele – Il messaggio che voglio lasciare al lettore, è il mio personale modo di vedere l’argomento trattato: la mentalità dell’essere umano, soprattutto in punto di morte. Ciò che medita davanti alla falce, davanti a quegli occhi rossi e penetranti, davanti alla richiesta di andare col mietitore verso un futuro incerto e di cui la gente ha una innata paura.
Sayph, il protagonista, nutre un profondo odio verso gli uomini.
Secoli di attività lo hanno convinto che l’umanità pensi solo al proprio benessere e alla ricchezza personale. Che gli uomini si credano i padroni del mondo e della loro vita. Tutto cambia quando naturale e sovrannaturale coincidono.
Lì spavalderia e cuori boriosi lasciano il posto alla vera natura dei mortali.

Loriana – Come hai lavorato per dettagliare il carattere e la psicologia dei protagonisti?

Daniele – Ci ho lavorato a lungo e con costanza. Volevo che i personaggi fossero reali, vivi. Perciò mi sono messo nei loro panni, chiedendomi in ogni scena: se fossi in loro, come farei questo, come risponderei alla domanda?
Mi piace molto la psicologia e mi piace usarla nei racconti e romanzi.

Loriana – Ci vuoi dire di più sul rapporto che lega i protagonisti di questo romanzo?

Daniele – Beh, senza rivelare troppo sul romanzo, posso dirti che il passato tormentato di Sayph si scontra col presente di Jenny, la ragazza presa in custodia per un suo capriccio sconsiderato. Sayph è reduce da un lungo esilio preceduto da un evento funesto mai dimenticato. L’incontro con questa ragazza riaccende il dolore ma vuole dare anche una speranza.
Il loro rapporto prima terribile, sfocia in una bella amicizia e si conclude con una risposta bellissima. Semplice, ma di grande effetto.

Loriana – C’è un personaggio, nel tuo romanzo, che ti ha stupito e che si è evoluto inaspettatamente, così da dovergli dare più spazio rispetto a quanto preventivato?

14333629_1299039360128547_7808946039778768312_n

Il Red Crow, Sayph, in un’illustrazione dello stesso autore.

Daniele – Questo romanzo è partito diversamente da come l’ho presentato all’uscita. Diciamo che prima ogni capitolo si organizzava con una parte dove parlavo del passato di Sayph e un’altra dove mostravo il suo presente. Entrambi sempre e comunque collegati tra loro; non avevo lasciato niente al caso.
Ad ogni modo, quando l’ho finito di scrivere e l’ho fatto leggere ad alcune persone, mi è stato consigliato di fare due libri diversi così da spiegare meglio e rendere più avvincente il libro; e così ho fatto e sto facendo. Il corvo rosso dell’Alta Società parla del presente di Sayph e della storia con Jenny, mentre il suo passato e la sua storia tormentata la sto scrivendo ora ampliandola man mano. Quindi no; non c’è un personaggio che si è evoluto inaspettatamente, così da dovergli dare più spazio. Tutti i personaggi si sono evoluti inaspettatamente, quindi gli ho dato e gli darò più spazio. Aspettatevi quindi notizie di Sayph e company.

Loriana – C’è un personaggio che vuoi suggerirci di tener d’occhio? E perché?

Daniele – I due protagonisti: Sayph e Jenny. Lui è un idiota nella sua semplicità e schiettezza, mentre lei ha un caratterino che mammamia, vostra moglie non è niente (per gli sposati) ahahahah.
Se siete interessati a sapere di più sul prequel del romanzo, vi consiglio di tenere d’occhio anche i due amici di Sayph: Lorenz e Quiinz.

Loriana – Spiegavo prima ai lettori di questo blog che il tuo romanzo non è autoconclusivo ma fa parte di una saga. Quanto tempo ci hai messo a scrivere il primo episodio e quando vedremo alle stampe i capitoli successivi? Li stai ancora scrivendo o li hai già ultimati?

Daniele – Un annetto e mezzo per il primo (tenete conto che ho dovuto ampliare il romanzo come detto prima.)
Per il prossimo capitolo (e ultimo) non lo so, è ancora in fase di sviluppo e la storia da ampliare è bella lunga e difficile da scrivere. diciamo che sono a un terzo del totale. poi dovrò correggere i refusi, riadattare la storia, editare… nel 2020 forse vedrete qualcosa xD

Loriana – Puoi raccontarci qualcosa di più sull’evoluzione di questa storia? Nei capitoli successivi ci saranno importanti colpi di scena? Ci puoi svelare qualche anticipazione? Un piccolo segreto?

Daniele – Nel prequel parlerò di come era Sayph. Da quando è morto a quando è iniziato il suo esilio. Questo secondo libro sarà molto più psicologico perché vedrete un Sayph diversissimo da come ne parlo nel primo libro.
Sarà un ragazzino traumatizzato; morto in modo atroce vedendo le peggiori abominazioni dell’umanità. Entrerà nel mondo dopo la morte, uno su mille ce la fa, ma lui si tormenterà sul perché lui sia stato privilegiato e mille altri, migliori di lui, no. Incontrerà personaggi a cui do poco spazio nel romanzo precedente, mentre qui avranno un ruolo chiave per lui.
E poi… incontrerà lei. Luciènne. Una ragazza dolcissima ma col cuore malato come il suo. Morta sotto le peggiori torture che una donna potesse subire, salvata dal mondo di sopra per un oscuro disegno che lei ignora.
Lei e Sayph non possono non legare essendo così uguali.
E… si salveranno l’un l’altro.

Loriana – Daniele, l’ultima domanda prima di concludere: qui hai dei lettori che non ti conoscono e che non hanno letto nulla di Sayph e del mondo fantastico che hai creato con le tue parole. Se dovessi convincere chi è ancora indeciso, cosa diresti?

Daniele – Direi a tutti di leggere i vari capitoli del corvo rosso che sono online (su meetale soprattutto) per farsi una idea del mio modo di scrivere e della trama. Il secondo capitolo offre una nota in più su questo punto.
In più, consiglio di leggerlo perché non è il classico romanzo che troverete in vendita. Parlo di argomenti spesso solo sfiorati. Parlo di un mietitore d’anime fuori dal comune e di alcuni aspetti dell’umanità visti da un’angolazione diversa. Parlo di un amore sincero ma ostacolato.
Leggete se vi va, dico solo questo. Non resterete delusi.


Recensione del lettore DANIELE MISSIROLI su Amazon (5 stelle):

Un racconto che ti prende subito, sia per l’ambientazione, sia per la caratterizzazione dei personaggi. I riferimenti alla morte come a una necessità per la continuazione della vita sono narrati con gusto, leggerezza, proprietà di linguaggio, conoscenza. Una storia d’amore di cui non si riesce a intuire l’epilogo, che soddisferà tutti. Subito dopo l’ultima pagina si sente la mancanza dei personaggi e si desidera conoscere il seguito. Complimenti al giovane autore.


Bene, siamo arrivati a conclusione di questo appuntamento.

Ringrazio Daniele Imbornone per essere stato con noi, per averci affascinato con le sue storie e per la sua disponibilità nell’accettare il mio invito.:-D

Mi auguro di aver stuzzicato il vostro interesse verso questo giovane bravo autore e vi ricordo che Daniele può essere seguito sui suoi account social (pagina facebook del suo romanzo “Il corvo rosso dell’alta società”, il blog dedicato al Corvo Rosso, la sua pagina autore su Liberarti) e che il suo romanzo urbanfantasy “Il Corvo rosso dell’alta società” può essere acquistato a questo link.

Ringrazio tutti voi per essere intervenuti qui oggi e per seguire questi eventi con sempre maggiore attenzione e partecipazione.

Spero di avervi offerto contributi interessanti e nuovi spunti di lettura e vi invito a partecipare al prossimo evento del Salotto Letterario, che si terrà domenica 23 ospitando questa volta l’autrice Youfeel Sara Bezzecchi.

Nel frattempo, un caro saluto a tutti e a rivedervi presto! ❤

Loriana Lucciarini

Annunci

10 thoughts on “[ospiti] – Urban fantasy: Daniele Imbornone e la sua saga del RedCrow

  1. Complimenti ad entrambi! A Loriana per organizzare eventi sempre così interessanti, come questo salotto Letterario, che è sempre un piacere seguire;: e complimenti anche a Daniele; anche se non sono un grande appassionato di fantasy, la trattazione del suo libro mi ha incuriosito… Mentre leggevo il suo modo di operare con gli scritti, mi sono accorto che i nostri modi di procedere si equivalgono almeno un minimo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...