[letti per voi] – Passi affrettati, di Dacia Maraini

Oggi, 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e vi propongo la mia recensione su un volume che tratta questo drammatico tema:

 

Passi affrettati

Dacia Maraini

libro marainiTitolo: Passi affrettati – Autore: Dacia Maraini – Edizioni: Ianieri Editore – Anno: 2008 – pagine: 62 – prezzo: 8,08 euro – acquistalo qui

 

La mia recensione

Il libro nasce dall’elaborazione di un famoso testo teatrale, scritto da Dacia Maraini, per trasformarsi in un libro-documento a testimonianza di storie di donne vittime di abusi e violenze. Sette donne, sette storie, sette tipi di abusi subiti, sette destini diversi, in sette paesi del globo, accomunate dallo stesso denominatore: la violenza subita sempre all’interno del nucleo familiare, da padri, madri, parenti che si trasformano in aguzzini.

Perché come scrive Maria Rosaria La Morgia nella prefazione:

E’ una realtà orribile, la stessa che con l’asettica crudezza dei dati svela il Consiglio d’Europa: per le donne tra i 16 e i 50 anni la violenza rappresenta la principale causa di morte e di invalidità. Tanti autorevoli commentatori si esercitano nella ricerca delle cause: etnia, religione, tradizioni oscurantiste, pochi parlano di conflitto di genere e patriarcato.

 

Per risolverli non servono polemiche strumentali, ma un profondo cambiamento culturale che può nascere solo dal dialogo e da iniziative concrete e continue, perché la violenza sulle donne appartiene, purtroppo, alla vita di tutti i giorni (…) riguarda tutte le latitudini del nostro paese, la provincia come la grande città, tutte le classi sociali e i livelli di istruzione. Interroga direttamente le nostra “normalità” e il nostro presente.

 

Lhakpa, Aisha, Civita, Juliette, Amina, Teresa e Viollca eccole queste donne che raccontano il loro percorso dentro l’incubo, narrandolo con semplicità e senza forzare alla pietà, con la determinazione di far sapere, affinché ciò che è accaduto a loro non accada più a nessun altra donna.

Temi attuali purtroppo, che dobbiamo continuamente riportare all’attenzione dell’intera società mondiale, spingendo e obbligando le istituzioni a trovare percorsi alternativi che davvero possano portare a un cambiamento radicale in una direzione diversa.

Breve, conciso, diretto come un colpo al cuore, tanto imperativo nel costringere a non staccare gli occhi dalle parole, genera emozioni tanto profonde quanto permanent come quelle che ci svela Viollca nelle ultime pagine: 

Non riesco a dormire. Forse sono morta e il mio corpo e la mia mente stanno diventando parte di un infinito paesaggio roccioso. Ma qualcosa mi riporta alla vita. E’ il pianto insistito di Cate. I tappo le orecchie con le mani e sprofondo in un gelido sonno minerale.

Libro da leggere per capire, per sentire, per cambiare…

∼ Loriana Lucciarini∼


L’Autrice: Dacia Maraini

Dacia Maraini nasce a Fiesole il 13 novembre 1936. La famiglia Maraini dal 1938 e il 1947, visse in Giappone, per seguire gli studi del capofamiglia famoso entologo. E proprio in Giappone l’intera famiglia Maraini venne internata (1943 -1946) in un campo di concentramento, per essersi rifiutata di riconoscere ufficialmente il governo militare giapponese e per non aver firmato l’adesione alla repubblica di Salò. Rientrata in Italia (1950), la scrittrice racconterà le privazioni e le sofferenze vissute in quegli anni nella silloge poetica “Mangiami pure”. Negli anni a seguire la Maraini si afferma come una delle più conosciute scrittrici femministe italiane e diventerà la più tradotta nel mondo. Balza alle cronache dell’epoca per la sua lunga relazione con Alberto Moravia, che per lei lasciò la moglie e con cui la Maraini cui visse dal 1962 al 1983, accompagnandolo nei suoi viaggi intorno al mondo. Dacia Maraini è l’autrice di numerosissime opere, romanzi, poesie, testi teatrali tradotte in tutto il mondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...