[ospiti] – 3 | Manuela Chiarottino: “Vi racconto esistenze di donne, di forza, di vita e d’amore” #AllDay

header-chiarottinoBuongiorno followers! Eccoci al momento clou della giornata di oggi: il Salotto è in grande spolvero per ospitare Manuela Chiarottino.

L’Autrice sarà qui con noi fino alle 20.00 e risponderà alle vostre domande. Ma prima ci sono… le mie! 😛

composit Salotto virtual dolcettibevande

Ci accingiamo a iniziare quest’intervista, ma prima vi invito a servirvi dei soliti dolcetti e ad accomodarvi… che si va a cominciare 😀

 

intervista-logo

Loriana Lucciarini – Ciao Manuela, benvenuta. Mi fa piacere averti qui oggi e estendo il saluto anche ai lettori presenti nel blog. Iniziamo subito, con la prima domanda: quanti e quali sono i tuoi romanzi pubblicati?

Manuela Chiarottino – “Un amore a cinque stelle” (Triskell), “Una notte da ricordare”, due Youfeel: “Cuori al galoppo” e “Ancora prima di incontrarti”, “Melodie del cuore” un’antologia di racconti, “Due passi avanti un passo indietro”, un romance mm edito da Amarganta, “Il mio perfetto vestito portafortuna” (presentato al Salone del Libro di Torino), tre racconti lunghi per la collana Delos Chic & chick (La sposa felice, Non ditelo a Ella, L’uomo perfetto) e infine il primo self “Arriveranno le farfalle”.

Loriana Lucciarini – Che genere di storie scrivi?

Manuela Chiarottino – Spazio dal romance classico FM e MM allo chick-lit. Il filo che le unisce è l’amore, descritto nei suoi diversi aspetti, affrontando a volte tematiche importanti altre osservandolo con ironia.

Loriana Lucciarini – I tuoi romanzi sono autoconclusivi? Se sì, perché? Se no, perché?

Manuela Chiarottino – Sì, fin ora sono sempre stati autoconclusivi perchè come lettrice li preferisco. Sto però pensando di fare il seguito di un romanzo, ma in modo che rimanga indipendente dall’altro.

Loriana Lucciarini – In genere, di cosa parlano le tue storie?

Manuela Chiarottino – Di sentimenti, per primo l’amore, ma anche di crescita personale. Mi piace descrivere personaggi che vivono un percorso di vita per giungere a una migliore consapevolezza di se stessi.

Loriana Lucciarini – Preferisci essere realistica oppure permettere di far volare la fantasia?

fotoManuela Chiarottino – Solitamente sono realistica, almeno come base, ma amo sognare e così a volte tendo a miscelare entrambi gli ingredienti. In “Ancora prima di incontrarti” parlo di anoressia, autolesionismo e trapianti ma ho fatto ruotare il romanzo intorno a una teoria per alcuni solo fantasiosa per altri provata. Mi sono documentata sulla cosa ma poi la mia fantasia è volata, senz’altro però il romanzo parte e tratta principalmente situazioni reali e serie. Ne ho finito uno da poco, in corso di editing, dove invece la magia è sovrana.

Loriana Lucciarini – Questo romanzo è nelle mani delle lettrici perché ha vinto un concorso. Quale? Ce ne vuoi parlare?

Manuela Chiarottino – Il concorso era “Fiori d’acciaio” indetto dalla Triskell per la collana Pink. Mi ha subito interessata perchè la protagonista doveva essere una donna forte e dinamica.

Loriana Lucciarini – “Fiori d’acciaio”, la Triskell voleva storie di donne forti. La tua protagonista che tipo di donna è?

Manuela Chiarottino – Adele è una donna in carriera, sola, all’inizio potrebbe apparire superba, e ha un problema irrisolto del suo passato. Nel corso del romanzo subirà una trasformazione che la porterà a rivalutare i sentimenti e a cambiare la sua vita.

Loriana Lucciarini – Sai che anche la sottoscritta era tra i concorrenti allo stesso concorso? Mi sono classificata seconda proprio dietro di te! Approfitto quindi per farti i miei personali complimenti per questa tua bella affermazione, ma ora sono curiosa di sapere di più circa la tua partecipazione… 😛 Per partecipare hai riadattato un testo secondo i criteri richiesti per il concorso, oppure avevi il materiale giusto al momento giusto?

Manuela Chiarottino – Complimenti anche a te! Non avevo nulla, come ho saputo del concorso mi sono buttata a scrivere, seguendo un’ispirazione. Questo però è il motivo per cui non sono riuscita a sviluppare un romanzo più corposo, semplicemente questione di tempo.

Loriana Lucciarini – Come sei venuta a conoscenza dell’esistenza del concorso e cosa ti ha spinto a partecipare?

Manuela Chiarottino – Ho visto un post su fb, casualmente come spesso capita, e sono subito stata attratta dal tema, oltre che dal nome della casa editrice.

Loriana Lucciarini – Come ti sei sentita quando hai realizzato di essere tu la vincitrice assoluta?

Manuela Chiarottino – Felice, incredula. Io tendo spesso a sottovalutarmi, quindi non avrei mai creduto di vincere. È stata una bella sorpresa e soprattutto una carica di entusiasmo.

Loriana Lucciarini – Come ti sei approcciata alle fasi successive che hanno visto la nascita di questo tuo nuovo romanzo?

Manuela Chiarottino – Ho apprezzato il lavoro della casa editrice, gentile e disponibile, i suggerimenti nell’editing, la cover che permettetemi trovo stupenda, e adesso sto seguendo la promozione cercando di farlo conoscere, mentre aspetto con impazienza, lo ammetto, che venga fatto il cartaceo. Mi piacerebbe molto ricevere dei commenti da parte dei lettori e sapere se anche per loro ho centrato il tema del concorso.

Loriana Lucciarini – Veniamo al tuo nuovo romanzo. Che storia è “Un amore a cinque stelle?”

Manuela Chiarottino – Una storia d’amore ma non solo, è anche una storia di crescita personale e di speranza

Loriana Lucciarini – Puoi raccontarci qualcosa di più di questa storia?

Manuela Chiarottino – La storia può apparire un susseguirsi di eventi cupi, ma in fondo la vita è anche questo. Adele, bella e delicata come un fiore, reagisce trovando in sé una forza inaspettata e affronta le avversità con tenacia e un sorriso sulle labbra, dando speranza anche alle persone che ha accanto. Un fiore d’acciaio, appunto. Una cosa che credo appartenga a ogni donna.

Loriana Lucciarini – Qualche piccolo segreto?

Manuela Chiarottino – Potrei dirvi che una delle paure di Adele è mia e ho voluto che lei la vincesse almeno in parte, mentre io non ci sono ancora riuscita. Lo scoprirete alla fine del romanzo. E poi posso suggerirvi di cercare in rete la ricetta del dolce che le due sorelle preparano insieme… molto buono.

Loriana Lucciarini – Ci vuoi dire di più sul rapporto che lega i protagonisti di questo romanzo?

Manuela Chiarottino – Accanto alla storia d’amore tra Adele e Matteo c’è quella tra Adele e la sorella, il loro rapporto sarà fondamentale in tutto il romanzo.

Loriana Lucciarini – C’è un personaggio che vuoi suggerirci di tener d’occhio? E perché?

Manuela Chiarottino – Romina, perchè vivrà una trasformazione come donna molto importante.

Loriana Lucciarini – C’è un personaggio, nel tuo romanzo, che ti ha stupito e che si è evoluto inaspettatamente, così da dovergli dare più spazio rispetto a quanto preventivato?

Manuela Chiarottino – Sempre Romina. Non ho creato uno schema iniziale per questo romanzo, avevo solo un’idea di base che si è evoluta soprattutto attraverso questa figura.

Loriana Lucciarini – La tua visione dell’amore è quella che leggiamo nelle tue storie? Nei tuoi personaggi c’è qualcosa di te?

Manuela Chiarottino – Nei miei personaggi c’è sempre qualcosina di me. In “Arriveranno le farfalle” una delle protagoniste sono io, non vi dico quale ma credo sia facilmente riconoscibile, in “Ancora prima di incontrarti” le pagine del prologo descrivono un mio ricordo di bambina, anche se poi tutto il resto è pura fantasia. E nei chick-lit ci sono alcune mie piccole disavventure dipinte con un velo d’ironia, per riderci sopra in prima persona provando a far divertire anche le lettrici.

La mia visione dell’amore di conseguenza compare spesso e il mio pensiero è che bisogna innanzi tutto imparare ad amare se stessi e poi si può essere pronti a lanciarsi in un amore con fiducia e con un sorriso. Penso inoltre che l’amore non abbia limiti ed è per questo che mi sono approcciata anche al romance mm.

img-libri-chiarottinoLoriana Lucciarini – Quali sono i progetti per il futuro? Ci puoi anticipare qualche novità?

Manuela Chiarottino – A marzo pubblicherò un nuovo romance mm dal titolo “A nudo”.

A breve uscirà nelle librerie il romanzo presentato al Salone del Libro di Torino, “Il mio perfetto vestito portafortuna” e infine ne sarà pubblicato uno in self, scritto a quattro mani, completamente diverso dai precedenti e molto particolare.

Loriana Lucciarini – Allora tante cose in procinto di realizzarsi: ti seguiremo con interesse! 😀 Ti faccio il mio personale in bocca al lupo e ti ringrazio per essere stata con noi oggi. Lascio ora la parola ai lettori per la chat: domande? curiosità? informazioni? commenti? L’Autrice è qui: risponderà durante la giornata, lasciate i vostri post qui sul blog, io riapparirò a fine evento per concludere e salutarvi tutti ❤

La parola a voi…

Manuela Chiarottino – Ringrazio Loriana per questa bella intervista! Saluto tutti e… sono pronta alle vostre domande! 😀

logo CHAT

 

Annunci

50 thoughts on “[ospiti] – 3 | Manuela Chiarottino: “Vi racconto esistenze di donne, di forza, di vita e d’amore” #AllDay

  1. Ciao Manuela e Loriana,
    Manuela complimenti per i tuoi traguardi. Ti faccio una domanda di carattere generico visto che Loriana ha già approfondito davvero molto.
    Molti chick-lit che sono usciti ultimamente non sono precisamente a lieto fine, come il più famoso di tutti “io prima di te”. Tu cosa ne pensi?
    Sei un’amante delle storie che, nonostante le peripezie, hanno un lieto fine o preferisci quelle dove uno dei due muore, o altro?
    (Lo definiscono chick-lit e mi attengo, non ho una mia opinione perchè non l’ho mai letto).
    Tanti auguri per i tuoi progetti futuri!

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao, grazie di essere passata.
      Sinceramente non definirei “Io prima di te” uno chick-lit perchè questo genere ha caratteristiche precise, tra cui prevale l’ironia e il lieto fine, quello è proprio obbligatorio.
      I romanzi più famosi di questo genere sono quelli della Kinsella come “I love shopping”, per capirci.
      Personalmente amo il lieto fine e fin ora è quello che ha prevalso nei miei romanzi, però se un finale diverso è necessario alla storia… perchè no?
      E se vuoi leggere il tuo primo chick-lit, il mio si intitola “Un perfetto vestito portafortuna”, fin ora ha strappato diverse risate. Ciao e grazie ancora anche per gli auguri.
      – Manuela Chiarottino

      • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

        Ciao, grazie di essere qui.
        Io ho pubblicato in entrambi i modi e l’intenzione è di continuare così, almeno se mi sarà possibile. Diciamo che il self ti rende libera di pubblicare come e quando vuoi, ma naturalmente devi seguire tutto con molta cura. La CE ti dispensa da alcune incombenze e può dare una iniezione di fiducia, però ormai sono poche quelle che offrono davvero qualcosa. Il sogno è una CE che ti porta in libreria e ti aiuta nella promozione, ma sappiamo quanto sia difficile. In ogni caso, al di là della scelta tra self e CE, quello che conta è avere dei lettori che ti apprezzano e che in molti casi non stanno a guardare da quale canali provieni.
        – Manuela Chiarottino

  2. Ringrazio Loriana per l’invito al suo salotto letterario; per me è sempre un piacere partecipare a questi incontri… Inoltre porgo il benvenuto a Manuela, con la quale mi complimento per i risultati conseguiti. Non ti nascondo che anche a me piacerebbe scrivere qualcosa che abbia un filo logico coerente, senza buchi temporali. Non ti nascondo che ci ho provato, molti anni fa, ma l’editing che ne è stato fatto è stato pessimo.
    Ancora complimenti per tutto!

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Grazie Luca di essere passato. Se ami scrivere non mollare. Io ho iniziato con dei racconti, e ancora amo molto scriverli. Non è sempre così facili come molti pensano e sono comunque una buona palestra per arrivare a un romanzo. E per quanto riguarda l’editing… forse basta trovare la persona giusta che ti aiuti. Fammi sapere se riproverai.
      – Manuela Chiarottino

    • ciao Antonia, mettiti comoda e benvenuta! ❤
      Manuela ha già scritto tanto e ha affrontato vari generi, dimostrandosi autrice eclettica e versatile… Sono proprio curiosa di leggere cosa risponderà in merito! 😀

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao Antonia. In effetti ho già scritto rosa, romance mm e chick-lit, ma sono pronta a tutto… ah ah! No, proprio tutto no, però posso dirti che sto scrivendo con un’altra autrice un noir molto particolare e che ho un erotico nel cassetto che ogni tanto spolvero. Penso che non potrei mai scrivere un horror perché non li amo neppure come lettrice, al contrario fino a qualche anno fa leggevo molti fantasy, ma non sono sicura che riuscirei a cimentarmi. Però mai dire mai…
      – Manuela Chiarottino

  3. Ciao e grazie per l’ invito. È sempre un piacere essere qui con voi. Vorrei complimentarmi con Manuela per i suoi romanzi e chiederle se c’è un personaggio al quale si sente particolarmente legata. Se si, per quale motivo? Grazie😊

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao e grazie di essere qui.
      Il personaggio con cui mi sento più legata è Gioia,la protagonista di “Ancora prima di incontrarti”, pubblicato con Rizzoli. Il prologo, quando lei è bambina, è un mio ricordo di infanzia e anche se poi tutto il resto è pura fantasia, mi ritrovo in quel voler a volte scomparire, nel mio caso solo per timidezza,che provavo da ragazzina, Così come in quel essere innamorata dell’amore, fino a comprendere il vero significato del sentimento. Poi la vita insegna a non nascondersi e ad amare chi ti ama davvero.
      – Manuela Chiarottino

  4. ALESSANDRA LEONARDI, tramite facebook lascia a me il suo commento, diligentemente lo riporto qui sul blog:

    “Ciao Lory e ciao Manuela, ho letto il tuo racconto contenuto nell’antologia “Destini incrociati”, (dove ero presente anche io) e, pur non essendo un’ amante del romance tout-court, l’ho apprezzato molto perché era pieno di delicatezza e poesia. Complimenti per tutti i tuoi romanzi e racconti! Vorrei sapere se hai pensato di scrivere anche qualcosa di alto genere, magari una commistione, ad es un giallo-rosa, oppure un paranormal romance che va tanto! Salutoni e complimenti ancora!”

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Grazie Alessandra.
      In realtà sto scrivend un noir erotico con un’altra autrice e ho scritto un romance con una contaminazione magica, come la chiamo io, ma in questo momento sta partecipando a un concorso, Dita incrociate!
      – Manuela Chiarottino

  5. Buon pomeriggio Loriana,che ringrazio per l’invito, e Manuela molto lieta di ‘conoscerti’. Complimenti per i successi ottenuti e per l’entusiasmo che si avverte nelle tue parole. Anche se Loriana è sempre esaustiva nelle sue interviste, cosa di cui sono felice perché imparo tante cose, vorrei porti una domanda: quali sono gli ingredienti che ci vogliono, secondo la tua esperienza, per scrivere un buon romanzo d’amore? Grazie mille per la risposta e buon proseguimento^^

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao, sono contenta anch’io e grazie! Gli ingredienti di un romanzo d’amore… humm, direi due personaggi ben caratterizzati ma non necessariamente “perfetti”, di solito i miei non lo sono mai del tutto, il riuscire a far immedesimare il lettore, a suscitare emozioni e… e poi il classico lieto fine. Basta? C’è sempre una componente indefinita che rende una storia magica. Se la scopro te la dico 🙂
      – Manuela Chiarottino

  6. Ciao Manuela, innanzitutto complimenti per i risultati che hai raggiunto. Ammetto che il genere romance non è fra quelli che frequento di più, come lettore, ma non sono prevenuto e se leggo un libro di qualità lo apprezzo indipendentemente dalle catalogazioni (la padrona di casa, Loriana, lo sa bene). Quindi la mia domanda è: cosa diresti a un lettore poco avvezzo ai romanzi rosa per invogliarlo ad avvicinarsi alla tua produzione?

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao e grazie di essere qui. Innanzi tutto ti direi di abbandonare i pregiudizi sul genere e di pensare semplicemente che sono storie di vita dove l’amore è il protagonista, storie che vogliono far sognare e dare un messaggio positivo. Però vorrei precisare che i romanzi rosa possono anche far riflettere e toccare tematiche importanti. Ad esempio in Ancora prima di incontrarti ho parlato di autolesionismo, anoressia e trapianti. Nell’ultimo, Un amore a cinque stelle, di violenza domestica. Se pur in toni lievi.

      – Manuela Chiarottino

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao, grazie di essere passata. Che domandona! La prima difficoltà è creare uno schema generale che si sviluppa in modo logico dall’idea iniziale, quella che ha dato l’ispirazione. Bisogna definire bene i personaggi, fisicamente, caratterialmente, creare la loro storia passata. A seconda degli argomenti trattati occorre documentarsi, ad esempio se si ambienta la storia in un paese che non si conosce, o in un’altra epoca storica. E al di là di tutto questo bisogna continuare a emozionarsi scrivendolo o non si riuscirà a trasmettere nulla, ricordandosi che si scrive sì per se stessi ma anche per gli altri, nel momento in cui si decide di pubblicare la nostra storia. Io comunque ho ancora molto da imparare e a volte la mia difficoltà è la mia insicurezza.
      – Manuela Chiarottino

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao e grazie. Io ho fatto indigestione di fantasy per anni, poi diciamo che ho accantonato un po’ il genere, perché man mano ne trovavo pochi che mi acchiappassero 🙂 Ammetto che non credo sarei in grado di scriverne uno, ma mi piace pensare un “mai dire mai”.
      – Manuela Chiarottino

  7. Ciao Loriana e ciao Manuela. Grazie dell’invito (ho provato il dolcetto rosa, che è niente male) 😀 Vorrei chiedere a Manuela, che è una scrittrice prolifica, di descriversi con tre aggettivi. E se, per cortesia, mi consiglia la lettura di un libro. Complimenti per tutto. Un saluto.

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      Ciao, grazie di essere passata. Allora, io sono timida, testarda e ottimista. Un libro… be’, io ti consiglierei uno dei miei ah ah. Non so se intendevi quello, nel caso anche l’ultimo Un amore a cinque stelle, così inizi con un romanzo breve e non ti spavento. Diversamente Ancora prima di incontrarti come rosa o Due passi avanti un passo indietro come romance mm, due storie che sono nel mio cuore. Se invece intendevi un libro d’altri…ahimè… scherzo eh… io amo Isabel Allende.
      – Manuela Chiarottino

  8. Volevo informarvi che per un problema tecnico Manuela non riesce a commentare con il suo account. Stiamo cercando di verificare quale sia il problema e di risolverlo ma ancora non siamo venute a capo dell’empasse. Pertanto, fino a che questa cosa non sarà risolta, sarò io la VOCE di Manuela, postando le sue risposte alle vostre domande, riportando quanto mi scrive lei in chat per voi.
    Ora l’evento si conclude qui ma nelle prossime ore o al massimo domani mattina ognuno degli intervenuti riceverà la replica dell’Autrice, o direttamente dal suo account o per mia interposta persona (e se sarà per mia voce vi chiedo di portar pazienza perché potrò riportarle nel blog soltanto domani mattina).

    Spero vi siate trovati bene a stare con noi oggi. Ringrazio Manuela per la disponibilità e la pazienza con cui ha tentato in tutti i modi di riuscire a interagire con voi. ❤

    Vi do appuntamento al prossimo appuntamento di Scintille (domani con l'Highlight*, non dimenticate!), appuntamento letterario che è programmato per lunedì 27 febbraio con una nuova giornata autore piena di contenuti interessanti.

    Vi abbraccio forte tutti e vi ringrazi per essere passati a lasciare il vostro commento, un messaggio o un semplice saluto e vi invio un arrivederci a presto! 😀
    A Manuela un grazie speciale e mille in bocca al lupo per i suoi progetti! ❤
    – Loriana

    p.s. io un dolcetto prima di scappare me lo smangiucchio, voi non fate che mi avanzano i bigné sul buffet, eh! XD LOL

  9. Pingback: [ospiti] – 4 | #AllDay Giornata Autore: highlight Manuela Chiarottino | Scintille d'Anima

    • RISPOSTA DI MANUELA CHIAROTTINO (riporto io la risposta perché WordPress non riconosce l’account dell’Autrice per rispondere nel blog)

      ah ah mamma mia che domandona! 🙂 Vediamo un po’… Direi il colore azzurro perchè amo il mare e il mio sogno sarebbe avere una casa vicino al mare magari con un terrazzino dove poter portare il mio portatile per scrivere guardando le onde
      – Manuela Chiarottino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...