[Letti per voi] – Emozioni forti in una storia vera: «Mi sa che fuori è primavera» di Concita De Gregorio

Un libro che penetra con forza dirompente nell’anima

MI SA CHE FUORI E’ PRIMAVERA di Concita De Gregorio

Questa è la storia di Irina, che ha combattuto una battaglia e l’ha vinta. Una donna che non dimentica il passato, al contrario: lo ricorda, lo porta al petto come un fiore. Irina ha una vita serena, ordinata. Un marito, due figlie gemelle. È italiana, vive in Svizzera, lavora come avvocato. Un giorno qualcosa si incrina.
Il matrimonio finisce, senza traumi apparenti. In un fine settimana qualsiasi Mathias, il padre delle bambine, porta via Alessia e Livia. Spariscono. Qualche giorno dopo l’uomo si uccide. Delle bambine non c’è più nessuna traccia. 

 

Un libro che penetra con forza dirompente nell’anima. Una storia tragica, un fardello pesante da portarsi appresso. Eppure qui, tra queste pagine, oltre il dolore c’è amore, c’è vita, c’è voglia di speranza.

Oltre il dolore…

Sì, perché chi rimane si trova a ricostruire una vita ormai frantumata in piccoli pezzi sparsi, che non sanno più di niente e sono intrisi di pianto, di ricordi, di un futuro che è negato. Una vita piena di quell’assenza che diventa presenza solida, stranamente solida, quando la morte ci sottrae chi amiamo ma al contempo anche quella parte di noi che tiene vivi i ricordi, annullando i giorni a venire in un passaggio senza gioia e senza luce. Qui invece i colori ci sono, così come la gioia che appare – all’inizio timida, quasi consapevole di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato – una gioia e una serenità che la protagonista di questo romanzo meriterebbe ma che, per molti, appare sbagliata, prematura; come se una persona travolta dalla tragedia debba smettere di anelare a un futuro diverso dimenticandosi di sorridere, di cogliere la bellezza nelle piccole cose, di emozionarsi, di gioire.

Mi è piaciuto tanto questo romanzo.

Per la potenza espressiva, per la capacità della De Gregorio di pennellare emozioni, stati d’animo, pensieri in una soggettiva sempre stretta, strettamente legata alla protagonista.

 

Per la tematica e per la tenacia con cui si tenta di dare luce anche nel buio.

 

Per il ritratto di donna che ho amato e che ho sentito mio per tanti aspetti, tante piccole sfumature.

Drammatico, coinvolgente, profondo, a tratti poetico. Da leggere.

Loriana Lucciarini

Questo slideshow richiede JavaScript.

..

Annunci

2 pensieri su “[Letti per voi] – Emozioni forti in una storia vera: «Mi sa che fuori è primavera» di Concita De Gregorio

  1. Pingback: Le mie letture nell’anno 2017 | Scintille d'Anima

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.