I mondi fantastici della Festa dell’Unicorno

1.jpg

Cos’è la Festa dell’Unicorno?

La “Festa dell’Unicorno” è la kermesse a tema fantastico, che ormai dal lontano 2005, si tiene nel centro storico di Vinci. E’ ormai da tempo considerata l’evento fantasy italiano più ricco di attrazioni e eventi.

Dove si tiene?

La Festa dell’Unicorno si tiene nel borgo medievale di Vinci, in Toscana.

Il mio Report

2.jpg

In questo post vi parlo della Festa dell’Unicorno edizione 2017.

L’intero centro storico diventa la magica location per le attrattive che questa festa riesce ad offrire. Il paese è suddiviso in aree tematiche che offrono tantissimi eventi che si susseguono durante tutta la giornata. Ecco le aree tematiche e l’ubicazione delle stesse all’interno del paese:

  • ROCCA INCANTATA (arti di strada e giullari, danze e balli rinascimentali, antro delle streghe) 
  • CITTADELLA DEI CAVALIERI (accampamento medievale, duelli medievali e vestizione del cavaliere, spettacoli di falconeria, musica celtica)
  • CORTE DEI SOGNI (disfida di arti magiche, photoset, danze e balli gotici e orientali)
  • BAIA DEI PIRATI (location piratesca, animazione con ciurma, arena dei duelli, baia delle sirene) 
  • VILLAGGIO DEGLI GNOMI (area tematica per i più piccoli con i personaggi de la Melevisione, Art Attack, marionette, bolle di sapone, Leo, dinosauri, body painting)
  • FUMETTI E FOLLIE (mondo manga e fumetti, incontro con autori e illustratori, videogiochi)
  • CITTA’ DEGLI INCUBI (vicolo della paura, room escape, area zombi, poligoni di tiro soft air e paintball)
  • ABISSO D’ACCIAIO (zona fantascienza&film con ambientazione a tema Star Wars, Alien Vs. Predator, Stargate, Doctor Who, Escape room, duelli spade laser e lo show della forza)

Tutte meritano una menzione: quella più intrigante, che ha richiamato pubblico sia per le attrattive che per la disposizione è quella de la “Città degli incubi” con la zona zombie, il vicolo della paura, la parte dei percorsi di paintball e laser game.

3.jpg

Mi fissa ardentemente, non per amore, punta direttamente alla giugulare…

Quella meglio disposta, come location generale è quella della “Baia dei Pirati”, veramente suggestiva.

Gli eventi sono talmente tanti che… noi non siamo riusciti a seguire quelli che volevamo! Infatti gli spettacoli (oltre 300!)

Le offerte di animazione si svolgono a un ritmo incalzante e ogni zona tematica ha il suo calendario, che diventa un’impresa riuscire a trovarsi in più posti allo stesso orario… Così, nonostante avessimo selezionato gli eventi più interessanti da seguire, alla fine ci abbiamo rinunciato e ci siamo lasciati coinvolgere da ciò che vedevamo e che incontravamo durante i giri in questo bel borgo medievale: suonatori di cornamusa, sfilate di cosplay, gare di videogiochi, spettacoli di acrobati aerei con i tessuti, combattimenti di pirati, rievocazioni del bosco degli elfi, melodie elfiche suonate con l’arpa… tutto ha contribuito a rendere speciale la nostra prima esperienza qui a Vinci.

Così, cestinando il programma ufficiale, abbiamo fatto su e giù per il paese (una faticaccia ma lo spirito era quello giusto e non è stato pesante) visitando le varie aree tematiche e curiosando tra le innumerevoli bancarelle (tutte con prodotti di ottima qualità: artigianali e di merchandising originale), che offrivano oggetti straordinari e sicuramente introvabili. Tra tutte cito quella di Cagliostrino di Serena Pieruccini: con creazioni davvero speciali.

Abbiamo potuto fare il percorso swat, siamo entrati nell’area vintage dei videogiochi, abbiamo provato l’ebrezza della Escape Room (alla fine abbiamo supplicato che ci venissero ad aprire perché non abbiamo trovato i codici per poter uscire! 😛 ), ci siamo fatti un giretto nella zona zombie e una di noi si è “zombizzata” in modo impressionante!

4.jpg

Ti distrai un secondo e… ti ritrovi la figlia trasformata come nel peggio set horror! Diamoci alla fuga, preferisco gli elfi e i maghetti! Eheheh

Nella zona dedicata al fantasy ci siamo sbizzarriti nello stand di Harry Potter, con la prova per decidere in quale casata andare, il binario magico, il gioco “Libera un elfo” e molto altro ancora. Bravi gli standisti di Always Harry Potter e Back to Howgarts, in grado di offrire proposte interessanti.

Abbiamo fatto incontri speciali e unici: quelli con i bravissimi cosplayer (il migliore di tutti Bilbo Beggins che era addirittura meglio dell’originale!), dai loro meravigliosi costumi che permettono a tutti di sentirsi come dentro una favola… Da magiche fate elfiche agli arditi steampunk, dai manga giapponesi ai più classici mostri fantasy.

 

GALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

GALLERY COSPLAYER

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nell’intera zona sono stati allestiti alcuni photoset di ambientazioni dei vari film fantasy: dal Trono di Spade a Stargate, da Alien contro Predator al villaggio hobbit de Il Signore degli Anelli…  Nonché alcuni stand di associazioni di GDR, come ad esempio quella del gioco di ruolo post-apocalittico Nameless Land.

gallery4.jpg

Alcuni dei photoset più belli (oltre la sottoscritta, of course!) 😛

Il nostro bilancio è assolutamente positivo: tante attrazioni statiche, molti eventi e spettacoli, bellissimi i vestiti dei cosplayer, qualità alta delle offerte delle bancarelle (non ciarpame).

gallery5.jpg

Bancarelle con creazioni artistiche originali e di ottima qualità: fra tutte ho deciso di mostrarvi questo scatto con i meravigliosi personaggi di Hayao Miyazaki: Totoro, il drago d’acqua, le palline di fuligine, Senza volto e tanti altri ancora… sono realizzati da bravi artigiani in cartapesta. Favolose, no? 😀

 

Inoltre, tanti sono i punti ristoro a prezzi modici (ci aspettavamo prezzi più alti per dover mangiare e invece nella taverna abbiamo potuto degustare in tre degli ottimi piatti a base di affettati misti e la pizza fritta, dei bruschettoni ottimi e le bibite a meno di 15 euro. E, nell’area pirati c’era anche il ristorante che proponeva paella e sangria a 8 euro, prezzi modici e onesti, direi!). Abbiamo degustato dell’ottimo Idromele (al sambuco, classico o ai frutti di bosco) prodotto artigianalmente da Drakon (per info: drakon.idromele@hotmail.com) con shottini rinfrescanti e gustosi…

Ottima l’organizzazione: numerose le aree parcheggio a inizio del paese dove poter lasciare l’auto gratis, poi c’è il servizio navetta che porta i visitatori all’entrata della biglietteria, una comodità non scontata. Il biglietto, dal prezzo di 12 euro vale per l’intera giornata, c’è anche la possibilità di acquistare il carnet per più entrate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nota dolente? La fila per entrare! Soprattutto il pomeriggio c’è tanta affluenza, soprattutto perché gli eventi serali richiamano molti visitatori (concerti, spettacoli pirotecnici e altro)… ma ho scoperto che c’è la possibilità di fare il biglietto online e, forse, si salta la fila (dico forse perché non l’ho verificato personalmente).

Torniamo a casa entusiasti di questo bellissimo evento, con la certezza che ci saremo anche il prossimo anno e… quasi sicuramente ci divertiremo a vestirci in tema 😀 perché ormai la #contaminazione #fantasy è definitiva! ehehehe 😀

Le prossime edizioni saranno ancora più bella di questa, ne sono certa!

 

Loriana Lucciarini 2017

Tutte le info qui: http://www.festaunicorno.com/

 

 

Annunci

Un pensiero su “I mondi fantastici della Festa dell’Unicorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.