[letti per voi] – Viola, Vertigini e Vaniglia, di Monica Coppola

bannerviola
Titolo: Viola, Vertigini e Vaniglia – Autore: Monica Coppola  – Editore: Booksalad – Genere: chick-lit – Anno: 2015 – pagine: 270 p., brossura  – Acquistalo qui


 “Viola, Vertigini e Vaniglia” di Monica Coppola
Un mix di emozioni, colpi di scena e colori

Viola vertigini e vaniglia è un mix di emozioni, colpi di scena e colori. Il libro parte subito frizzante e allegro, pieno di situazioni divertenti e colpi di scena. Ma poi cresce e diventa più intimo, con personaggi tridimensionali, veri, reali, pieni di umanità ma soprattutto è saturo di profumi, che sembra facciano da filo conduttore in tutta la storia di Viola.

Viola, un profumo delicato che a volte si disperde accanto ad altri più forti (la Viola del romanzo spesso si sente invisibile), la vaniglia (che sovrasta tutto, forte e persistente, e che crea alla protagonista attacchi di allergia), il borotalco (il profumo di Tancredi ed evocativo di ricordi di bimba), e poi…. quello della pasticceria della zia Dalia, con i profumi dei biscotti e dei muffin…

Di vertigini Viola ne prova molte, soprattutto a causa del suo proverbiale sesto senso che le permette di essere sempre al posto giusto nel momento… sbagliato.

Ma è proprio nel profumo dei muffin (nella tranquillità di un passaggio di crescita con se stessa, un ritorno a casa, ai ricordi, a far pace con il passato) che Viola trova la via, dopo aver percorso la sua strada con difficoltà…

Il libro è un mix di frizzanti bollicine e profumi di casa. La famiglia, le zie, il nucleo familiare in cui Viola si sente inclusa per sbaglio, diventano poi la sua forza.

Le pagine del libro trascinano con sé forte positività, nel rapporto con gli altri e nelle relazioni che Viola ha con le persona accanto a lei e che diventano la sua forza. Negli ultimi capitoli si lasciano le bollicine frizzose dell’inizio, e si va in profondità per immergersi in un passaggio nuovo di Viola: la scelta del suo destino… Sono le pagine più belle.

Complimenti all’autrice che, sostenendo tutta la struttura narrativa con colpi di scena e divertenti battute, ha reso scorrevole la lettura ma è stata anche capace di scendere a fondo nel delineare con giusto approfondimento psicologico e attenzione, tutto il caleidoscopio composito l’universo di personaggi che ruotano attorno a Viola. Un libro che si legge tutto d’un fiato!

 ∼ Loriana ∼

 vvvaniglia

 

[interviste] – Il blog Viola Vertigini e Vaniglia, apre il 2014 parlando di Loriana Lucciarini

 

 

 

Buon 2014!!! 

     leggi il post

 

 

 

Ho pensato molto a come farvi gli auguri di Buon Anno…
E tra un brindisi e l’altro, mentre spiluccavo i canditi dal panettone e dissipavo le mie  fortune per comprare un Paguro al Mercante in Fiera, mi sono ritrovata ad osservare i sorrisi dei miei amici e mi è venuta un’idea…
Farvi conoscere una di loro: una scrittrice dalla penna ora delicata e soffice, ora struggente e dilaniante: Loriana Lucciarini.
Le sue  poesie sono un sorprendente girotondo di sentimenti contrastanti, un caleidoscopio di  emozioni  per sognare, pensare, sperare…
E assaporando le pagine dei “Legami sottili dell’anima”, la mia preferita, ne ho trovata una che sembra nata per illuminare il primo giorno dell’anno,ed eccola qui:


“La sentite questa vibrazione impalpabile?

Queste note silenziose che fanno frizzar l’aria,

questa crescente suadente melodia al danzar delle ali di farfalle

questo sprigionarsi di aromi e note

con il cambiar dei colori delle foglie?

E’ il lieve annuncio che qualcosa cambia,

tra le stelle e i fiori, tra noi e l’universo

tra il presente e il futuro”


“Legami sottili dell’anima” – Loriana Lucciarini

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=978913)


Se volete leggere le altre raccolte , il suo romanzo o “gli attimi cristallizzati di esistenze” che in “Little Toughts” si inseguono e si prendono per mano tra i quadretti di un block notes, qui trovate tutto quello che vi serve



Buona lettura e Buon anno a tutti 🙂