[letti per voi] – Divertente e ironico: “Post sul Cup (ce n’è per tutti i gusti)” di Silvia Cossio per ridere sulle disavventure di un’addetta allo sportello…

La SHORT REVIEW di oggi è su un divertente volumetto, pubblicato dall’autrice Silvia Cossio: «Post sul CUP (ce n’è per tutti i gusti)»


SINOSSI

Titolo: «Post sul CUP (ce n’è per tutti i gusti)»

Autrice: Silvia Cossio

Editore: self

Genere: ironico

Anno: 2017

Formato: ebook – cartaceo

Pagine: 68

Prezzi: Ebook gratis con Kindle Unlimited, 1.25€ – Cartaceo: 6 €

Acquistalo qui

Il 7 novembre 2011 inizia la mia avventura al CUP. Ancora oggi non mi capacito della fortuna avuta. Avevo messo un’inserzione su un sito per la ricerca del lavoro ed ero stata contattata dall’agenzia che all’epoca si occupava delle assunzioni. Contratto di tre mesi, non molto, con poche prospettive dal momento che non era chiaro a chi dovesse andare l’appalto… Ad ogni modo, rinnovo dietro rinnovo, ricorso dopo ricorso, FINALMENTE arriva il tanto desiderato contratto a tempo indeterminato. Il lavoro è di quelli seri, avendo spesso a che fare con la malattia e la sofferenza, MA il mio carattere allegro, poco incline all’accettazione, ha saputo cogliere il lato divertente di ogni situazione. Alcune parti sembreranno barzellette, ma sono vere! Chiaramente nel libro non faccio nomi e non menziono l’ospedale. Ogni riferimento è puramente casuale, tuttavia se qualcuno si “ritrovasse” in qualche descrizione, si faccia un esame di coscienza…


LA MIA SHORT REVIEW

Silvia Cossio, autrice di romanzi romance, che avevamo già conosciuto in questi mesi (qui le mie recensioni per «L’inizio di una favola» e «La seduzione in un attimo»), si diletta questa volta nella scrittura di in un volume ironico, divertente, dal titolo «Post sul CUP (ce n’è per tutti i gusti)»

Argomento? Il CUP! Sì, esatto, proprio il Centro Unico di Prenotazione per visite e accertamenti medici e sanitari! 😀

Potete immaginare un’addetta allo sportello quali disavventure possa vivere, tra richieste anomale, curiosità strampalate, piccole attenzioni, affermazioni astruse, complimenti simpatici, aggressività molesta…

Divertente notes di situazioni quotidiane, vere o verosimili, di un’addetta allo sportello, costretta a barcamenarsi tra situazioni paradossali.

Della serie… non immaginerete mai, eppure è reale!

Lettura non impegnativa, capace di strapparci più di un sorriso.

Loriana Lucciarini

Annunci

[letti per voi] – Le nuove confessioni di Eva, di Rita Angelelli: lettura piccante genere erotico bdsm

Car* tutti, mi riaffaccio su Scintille per lasciarvi una recensione di una delle mie ultime letture. Di recente ho letto molti titoli de LE MEZZELANE e sto cercando di recuperare il ritardo con le recensioni. Preparatevi, quindi: oggi appuntamento doppio! 😀

Sapete che spazio da vari generi non avendo particolari preclusioni (tranne il genere pulp horror), eppure non avevo mai letto romanzi alle Cinquanta sfummy. 🙂

Nella vita però mai dire mai… Così oggi vi parlerò di

LE NUOVE CONFESSIONI DI EVA, dell’autrice italiana Rita Angelelli


Titolo: “Le nuove confessioni di Eva”

Autore: Rita Angelelli

Editore: Le Mezzelane

Collana: “La stanza segreta” 

Genere: erotico 

Anno: 2017

Versione: cartaceo + ebook

Pagine: 304

Prezzo: Ebook 5.49€, Cartaceo 14.90€

 

SINOSSI

Pur di uscire dalle ali protettive di una famiglia soffocante, Eva va a vivere con un facoltoso e intraprendente avvocato, socio di uno degli studi legali più importanti di Milano. Pur riempiendola di costosi regali, l’uomo si considera il suo padrone e la tratta come una vera e propria slave. Eva non disdegna il trattamento, sia perché pensa di essere innamorata di Luigi sia per la sua indole masochista. Presto però si accorge che il compagno la tratta come un oggetto, la tradisce ed è coinvolto in affari poco puliti.

Sfruttando la sua bellezza e la sua curiosità nei confronti del sesso, Eva inizia a cercare di rendersi indipendente e presto entra in contatto con uomini facoltosi disposti a pagare per poterla avere anche solo per poche ore. Il giorno della sua laurea segna il futuro di Eva: Luigi scopre la sua attività, la picchia e la tortura. La ragazza fugge da quella schiavitù portando con sé documenti, denaro e gioielli del compagno, trova un lavoro di copertura a Milano e diventa una Prodomme. Luigi però è sulle sue tracce, pronto a fare terra bruciata intorno a lei. La sua vita e quella delle persone che le ruotano attorno è in serio pericolo.

Destinato ad un pubblico adulto.

Acquistalo qui:   LE MEZZELANE    – IBS


Eva è curiosa.

Eva ama sperimentare.

Eva vuole fuggire, dal solito e dal noto, ma anche dalla noia che toglie colore ai suoi giorni.

Eva è bella, giovane, intelligente, disinibita, curiosa, non banale.

Eva non si tira indietro.

Va alla alla ricerca… di sesso? di amore? di legami? di libertà? di sperimentazione? di se stessa?

 

Il genere erotico non è tra quelli che leggo abitualmente.

Trovo molto complesso riuscire a scrivere di sesso senza scadere nel volgare, nel ritrito, nello scontato, nella telecronaca di atti e pratiche. Scene esplicite di sesso, anche estreme, ce ne sono anche in questo libro che però non si limita alla mera descrizione ma prova anche ad approfondire i meccanismi psicologici e emotivi di chi si dedica a pratiche e alla sperimentazione sessuale.
Pur continuando a non amare il genere, ho apprezzato appunto proprio l’introspezione psicologica, lo spessore in più che ha questo romanzo, che secondo me è proprio il punto di forza rispetto agli altri della categoria.

Un romanzo non banale, forte, esplicito che sonda le più recondite pulsioni, i desideri profondi e inespressi circa la sessualità, i legami e le tecniche bondage, le relazioni tra gli amanti di queste pratiche.

Eva e il suo mondo, la ricerca confusa dell’appagamento, a tutti i costi, i risvolti della violenza, la sottomissione e la dominazione… è poi tutto nella domanda finale: quanto il sesso per lei sia libertà o, semplicemente, una scelta di fuga?

 

Insomma «Le nuove confessioni di Eva» è una lettura per chi ha voglia di approfondire la sfera sessuale, le pulsioni e i suoi segreti senza pregiudizi… read it! 🙂

Loriana Lucciarini


 

[Letti per voi] – Contromano, il viaggio – di Gianpaolo Colucci

Ciao followers! 😀

Oggi inauguro le SHORT REVIEWS, le recensioni brevi.

Un modo nuovo per proporvi nuove letture, andando al nocciolo 🙂

CONTROMANO, IL VIAGGIO di Gianpaolo Colucci

 

Un viaggio ci cambia:

non saremo mai come quando siamo partiti.

Soprattutto se il viaggio lo facciamo dentro noi stessi…

Questo è un viaggio alla ricerca delle radici, che – paradossalmente – aiuta a rimanere, a restare, anziché ad andare. Una bella storia di ricordi, memorie, famiglia, rapporti e relazioni, dove il protagonista, cercando di riannodare i fili del passato, troverà anche se stesso.

Una storia che scava e trova, ancorati in punta di memoria, attimi di un passato che a volte ci risulta indifferente. Un passato che sembra avulso a noi, quando invece ne siamo il frutto. Infatti, quelle scelte, quegli intrecci del destino hanno portato proprio a noi…

Bravo Gianpaolo Colucci nella narrazione, ottima la struttura narrativa.

Consigliatissimo per l’approfondimento psicologico e la carica d’umanità.

Loriana Lucciarini


ACQUISTALO QUI https://www.amazon.it/Contromano-viaggio-Gianpaolo-Colucci/dp/8898824858

Sinossi

La morte ci lascia del tempo. Arriva, si prende una persona cara e ti lascia per alcuni mesi in una specie di torpore. Come in un sogno, per quanto tutto ciò che guardiamo o tocchiamo ce ne ricordi l’assenza, continuiamo a chiederci se stiamo vivendo in un mondo onirico o nella realtà. Non è che non avessi realizzato, anzi. Il dolore c’era già dall’inizio, ma arriva il momento in cui realizzi che niente sarà più come prima e l’unica cosa che ti resta da fare è accettare con rassegnazione che quel dolore e quel senso di perdita faranno parte del resto della tua vita. Per me, quel momento, arrivò forte come uno schiaffo, quella sera dopo la telefonata di Serena. Spensi i pensieri e andai a dormire.

[letti per voi] – Parto di nuovo, di Giulia Mastrantoni | La paura che impedisce di essere felici

Messaggera di messaggi positivi, Giulia scrive storie – come queste della serie SHORT TALES – per riflettere o sognare, con finali a sorpresa, proponendo racconti introspettivi o divertenti, comici o drammatici, horror o quasi fiabeschi… un mix speciale, che riflette la sua personalità.

Oggi commento in due battute il suo PARTO DI NUOVO, un racconto breve dove la paura di amare e di essere felici diventa l’impedimento stesso alla felicità. Questo racconto fa parte della serie Short Tales


PARTO DI NUOVO

Un incontro, due anime affini, un legame che cresce ogni giorno di più… fino a fare paura.

Paura, perché? L’accorgersi di dipendere troppo dall’altro, dal quel sentimento che inizia a essere importante spaventa troppo la protagonista e così, per lei, la migliore strategia pare essere la fuga.

«Parto di nuovo» è dove la partenza è liberazione e, ogni volta, il ritorno sembra essere la conferma di un amore che non si allontana, non va via, nonostante i chilometri; quasi come una condanna…

Una novella che saprà conquistarvi, emozionarvi e darvi una grande lezione sulla vita e sull’importanza della scelta delle priorità dell’esistenza.

Loriana Lucciarini


Si acquista al costo di 1,77€  a questo link

 

 Quando aveva realizzato di essersi appena commossa per la sorpresa di Marco, aveva capito fino in fondo la gravità della situazione. Con la scusa di lavarsi le mani, era rimasta chiusa in bagno una buona decina di minuti, accanto alla finestra aperta. A respirare profondamente. La paura era più forte di qualunque felicità.

(Estratto)