[ospiti] – 4 | #AllDay Giornata Autore: highlight Cristina Biolcati

header-highlight

CRISTINA BIOLCATI – OSPITE DEL GIORNO #allDay di ieri!

Se volete leggere l’intervista, scoprire di più su questa interessante Autrice, leggere i commenti e le domande dei lettori. andate qui

Come ormai d’abitudine per l’evento GIORNATA AUTORE#allDay: è previsto un piccolo richiamo il giorno successivo, l’highlight: una sorta  di asterisco alla vostra attenzione sull’Autore che è stato ospite il giorno precedente.

…Un modo per appuntarselo nella memoria!😀

Ecco l’#highlight di oggi…

 

Lo sapevate che la copertina del cartaceo di “Balla per me” è differente dalla versione in ebook? Eccole entrambe, quale vi piace di più?

9788892648838 balla-per-me

 

Annunci

[ospiti] – 3 | Cristina Biolcati: le altre vite vissute nella scrittura #allDay

header-giornata-autore

intervista-logoLoriana Lucciarini – Ciao Cristina, benvenuta a nome mio e dei lettori. Mi fa piacere che tu sia qui 😀 Svelo un piccolo segreto al pubblico: ho corteggiato Cristina per lungo tempo per convincerla a venire qui mia ospite. Lei, che è di carattere introverso e riservato, ha opposto resistenza ma alla fine… l’ho spuntata! Ecco perché sono orgogliosa e felice di aver organizzato per lei questo appuntamento, spero che possa essere uno scambio proficuo per voi e anche per lei potervi incontrare oggi…

Allora Cristina, dicci: da quanto tempo scrivi? Cosa ti ha portato ad approcciarti alla scrittura?

cristina-biolcati-1-300x175Cristina Biolcati – Ciao Loriana, e un saluto ai tuoi lettori. Grazie per lo spazio e l’attenzione che mi riservate in questo salotto. In realtà, scrivo da quando avevo quattordici anni, ma è da cinque o sei anni che ho iniziato a far leggere i miei lavori. Da quando mi sono iscritta a Facebook. Sono entrata nel mondo della scrittura lentamente, scoprendo i concorsi e le case editrici, e imparando a muovermi, in mezzo a colleghi che amano la scrittura come me. In realtà, ho sempre adorato leggere, quindi volevo anch’io creare storie. Vi confesso che i primi racconti li ho scritti per far divertire mia sorella. Si faceva certe risate!

Loriana Lucciarini – Scrivi sia prosa che poesia, il processo creativo è lo stesso o si differenzia?

Cristina Biolcati – La poesia è il mio primo amore. Poi, col tempo, ho capito che posso esprimermi anche in prosa. Con la poesia è tutto più immediato. Devi rendere un’emozione in pochi versi. In prosa si può spaziare, si può creare anche mentre si procede. Tante storie partono infatti in un modo, e poi si concludono in maniera imprevedibile. Penso capiti a tutti quelli che scrivono. Io comunque sono sintetica  e amo i racconti brevi. Ritengo derivi dall’amore per la poesia, che porta ad essere incisivi e a non dilungarsi troppo.

Loriana Lucciarini – In che modo senti che la scrittura possa rappresentarti?

Cristina Biolcati – Dopo tanti anni, mi fa ancora effetto affermare che la scrittura sia il mio “alibi” per vivere altre vite, e per esprimere cose che altrimenti terrei serrate dentro di me. Ma è così. Adesso sarebbe bello sapere se, fra tutto quello che ho detto, ci sia qualcosa di valido o degno di nota. Se il mio messaggio sia arrivato a qualcuno. E credo che solo il tempo potrà darmi una risposta.

Loriana Lucciarini – Questo tuo ultimo lavoro, un romanzo breve, affronta un tema delicato: la morte. E lo fa in modo insolito. Ce ne vuoi parlare? (leggete la mia recensione qui)

Cristina Biolcati – Certo. La morte è un tema che in qualche modo va esorcizzato, ognuno a modo suo. Io ho cercato di immaginare dove si vada e cosa ne sia di noi. Ho pensato ad un distacco che avviene in modo graduale, dove vi è il tempo per raccontare e per raccontarsi. Spero di averlo fatto con ironia. Perché più che sulla morte, io definirei il mio romanzo breve una storia sulla vita e sull’amore, nelle sue varie sfaccettature.

Loriana Lucciarini – Come ti è venuta l’idea? Perché hai strutturato in questo modo la narrazione?

Cristina Biolcati – Ti dico la verità. All’inizio avevo concepito un dialogo intimo fra Davide, il mio protagonista, e la sua fidanzata Alice. Un dialogo onirico, per ovvi motivi, perché appunto lui è morto e non ne faccio mistero da subito. Ma poi ho pensato che la narrazione sarebbe stata pesante. Allora ho trovato l’espediente di far raccontare a Davide stesso la sua vita, a tratti come se nulla fosse successo. Sono usciti dei personaggi interessanti, e anche degli aneddoti divertenti. Almeno, m’illudo che sia così.

Loriana Lucciarini – Qual è il messaggio che vuoi dare?

Cristina Biolcati – Che la vita è imprevedibile, e che bisognerebbe goderne ogni giorno come fosse il primo e l’ultimo. Tipo quella vignetta di Snoopy, che adoro. Quella che dice: “Un giorno moriremo. Ma tutti gli altri giorni no”.

Loriana Lucciarini – L’aspetto fondamentale in questa storia?

Cristina Biolcati – Che le persone che abbiamo amato non se ne vanno mai del tutto. Trovano sempre il modo di farsi sentire, dentro di noi. Nei nostri ricordi e nei sogni. E credo che questo sia un aspetto rassicurante, perché vuol dire che niente è stato vano.

Loriana Lucciarini – Ci vuoi raccontare una delle sensazioni principali che provavi mentre stavi scrivendo il manoscritto di questa storia? E quella che invece emerge nell’oggi, nel rileggerti?

Cristina Biolcati – Ero molto emozionata, come quando mi capita di scrivere qualcosa che mi piace particolarmente, e non mi succede spesso, purtroppo. Sono molto critica nei miei confronti. Rileggendomi oggi, invece, mi perdo nell’aspetto ironico, e quindi mi diverto, soprattutto con le avventure dell’amico di Davide, Paolone, un personaggio particolarmente buffo.

Loriana Lucciarini – Il riscontro dei lettori?

Cristina Biolcati – Chi lo ha letto mi ha detto che gli è piaciuto. La difficoltà che incontro, più in generale, è nel farmi conoscere, perché sono una persona che non ama troppo pubblicizzarsi. Anzi, sono negata. E per chi intende fare questo “mestiere” credo sia  un handicap mica da poco.

Loriana Lucciarini – Scintille ha recensito poche settimane fa il tuo libro di poesia e oggi sei qui per parlarci di narrativa. Il tuo prossimo lavoro?

Cristina Biolcati – Io sono sempre al lavoro. Però, come hai notato anche tu, si dovrebbe evitare di far uscire troppe opere nell’arco di poco tempo. Così adesso mi sto dedicando ai concorsi. Ne sto facendo tanti, e quindi sono sempre impegnata. Un’ottima opportunità per far conoscere la mia scrittura, in riferimento a quel grande difetto che ho, e di cui parlavamo prima.

Loriana Lucciarini – Oh certo, un difetto… ma un difetto su cui si può lavorare! Oggi, ad esempio, anche se sei stata riluttante per molto tempo prima di accettare il mio invito, hai saputo proporti in modo sincero e diretto: una qualità che il pubblico e i lettori ammirano, soprattutto i lettori di questo Salotto! 🙂

Ora cari lettori tocca a voi, chi vuol fare qualche domanda all’Autrice? Ecco il momento giusto: dichiaro aperta la chat e vi informo, prima di lasciare la parola a Cristina Biolcati, che l’Autrice passerà durante tutta la giornata (e anche il giorno successivo) a rispondere ai vostri commenti o quesiti.

Adesso lascio a voi lo spazio per le domande, ci rivediamo a fine evento… Pronti? Via! 😀

logo CHAT

[ospiti] – 1 | Giornata Autore #AllDay con CRISTINA BIOLCATI

biolcati-allday

Oggi, in occasione dell’uscita in versione cartacea del suo ultimo romanzo “Balla per me”, sarà con noi Cristina Biolcati.

L’Autrice è reduce da una serie di blogtour e giveaway sui social network per il lancio del cartaceo, dopo la prima pubblicazione in ebook e sono onorata di averla qui con noi! 😀

La presenterò con un’intervista a tutto tondo sulla sua passione scrittura e sulla produzione letteraria, spero utile a farvela apprezzare e scoprire.

Se amate chi sa descrivere le emozioni al punto di toccarvi il cuore, oggi dovete stare con noi! 😀

  • ore 12.00 presentazione Autrice e pubblicazione recensione del suo “Balla per me”
  • ore 15.00 intervista e chat con i lettori

Non mancate!

#seguiteci anche su facebook -> qui

[ospiti] – 4 | #AllDay Giornata Autore: highlight Manuela Chiarottino

header-highlight

MANUELA CHIAROTTINO – OSPITE DEL GIORNO #allDay di ieri!

Se volete leggere l’intervista, scoprire di più su questa interessante Autrice, leggere i commenti e le domande dei lettori andate qui

Come ormai d’abitudine per l’evento GIORNATA AUTORE#allDay: è previsto un piccolo richiamo il giorno successivo, l’highlight: una sorta  di asterisco alla vostra attenzione sull’Autore che è stato ospite il giorno precedente.

…Un modo per appuntarselo nella memoria!?

Ecco l’#highlight di oggi…

Manuela Chiarottino non tesse solo storie fatte di parole, ma rappresenta la vita anche con creazioni artistiche!

È la stessa Manuela a raccontarci questo altro aspetto in cui la creatività prende forma…

«Oltre alla scrittura ho sempre avuto la passione del disegno, della pittura, ultimamente abbandonata quasi del tutto proprio per la prima. Vi mostro però alcuni dei miei quadri, alcuni sono dipinti su ceramica e altri invece sono realizzati con sabbia colorata, spesso unita a elementi materici e rifiniture con tempera.

 

16709345_1405637956146886_567913230_oIl periodo della ceramica è stato molto intenso, tanto che mi sono dipinta dalle collane ai quadri, il lampadario della cucina, il piatto sulla cappa, gli umidificatori, barattoli e di tutto di più, dopodiché mi sono arresa e mi sono innamorata della sabbia.

Qualche anno fa ho organizzato anche una mostra con tutti i miei lavori “sabbiosi” e per molti  è stata una novità. Uno dei quadri è poi diventato la cover del mio primo romanzo self Arriveranno le farfalle.»

16805017_1405639329480082_1596284527_o