[LettixVoi] – Le Verità di Numeesville, di Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro

Ho letto questo libro che mi è stato dato in prestito in merito all’iniziativa letteraria di Soccorso Letterario. Il volume mi è arrivato in un pacchetto assieme a un quaderno dove le due autrici hanno scritto la loro presentazione, piccole curiosità e aneddoti. A lettura ultimata ho preso l’altro quadernuccio e vi ho lasciato le mie impressioni “a caldo” e adesso il libro partirà per arrivare ad altri lettori. Ho trovato questa iniziativa davvero singolare e bella, aderendovi ho scoperto queste due autrici emergenti italiane, talentuose e capaci.

.

Veniamo al romanzo.

Le due autrici, Simona Di Iorio e Ilaria Ferraro, sono state brave a costruire “Le verità di Numeesville”, un thriller complesso, in cui si muovono diversi personaggi, in uno scenario affascinante – quello sulle rive del Blake Lake, in Canada. La loro abilità narrativa mi ha offerto una storia intrigante e affascinante, capace di avvincere.

La trama si srotola con diversi colpi di scena e il finale, rivelato in un crescendo di situazioni e dinamiche, fa emergere segreti, vicende nascoste, cupe ombre e terribili verità; il tutto dosato e gestito dalla coppia autoriale con capacità.

L’ottima caratterizzazione psicologica rende i personaggi credibili, tridimensionali. L’approfondimento delle relazioni che legano l’uno all’altro avviene in modo graduale, avvincendo il lettore. La trama è complessa e articolata e rendo atto alle due autrici per averla gestita al meglio, in un finale a sorpresa che spiazza e fa male.

La protagonista, Sophie, ha un talento unico per mettersi nei guai e non seguire mai i consigli che le vengono dati. All’inizio il suo modo di fare mi ha alquanto irritata ma poi non ho potuto non apprezzare la forza di questa donna: Sophie viene da un passato difficile e condizionante, la incontriamo nel momento più difficile per lei. E dunque è proprio grazie al suo carattere istintivo e reattivo che riesce a ricostruirsi come persona e come donna, raccogliendo i pezzi di sé sparsi che si teneva stretti per paura di perdersi, dimostrandosi determinata e caparbia.

Le dettagliate descrizioni, mai banali, mi hanno permesso di partecipare empaticamente alle vicende che si alternano nei vari capitoli. Spesso mi sono sentita come dentro a un film, soprattutto nei paragrafi che descrivono l’ambientazione: la zona, i panorami, le montagne, le rive del lago le ho immaginate in modo vivido, realistico. Ciò mi ha permesso di fare un viaggio letterario di tutto rispetto. E anche quando ho incontrato una lunghezza eccessiva di alcune scene, alcune anche ripetitive, ho però riscontrato che esse – anche se non propriamente funzionali alla trama – non ne anno inficiato il valore, anzi, io le ho trovate propedeutiche per scoprire le piccole sfaccettature dei vari protagonisti, dar loro più corpo, una forma più definita.

“Le verità di Numeesville” è un romanzo di tutto rispetto, costruito con attenzione e realizzato con competenza e capacità narrativa. Un romanzo che potrebbe avere anche un logo editoriale importante, sponsorizzato sugli scaffali delle librerie e che, invece, le autrici hanno realizzato in modo autonomo e indipendente, da self. E hanno fatto un ottimo lavoro, qualitativamente parlando. Le autrici, dotate di talento e capacità, hanno realizzato una storia intensa, emozionante e di spessore, un’ottima prova di esordio come coppia letteraria, che vi consiglio.

Loriana Lucciarini

[segnalazione | PER UN’ESTATE DI LIBRI] – «RITROVARSI» di Loriana Lucciarini

Il Salotto di Scintille apre per la stagione estiva «Per un’Estate di libri»! Oltre a freschi cocktail e spruzzi e lazzi parleremo di autori italiani, libri e tante storie…e oggi vi suggerirò la lettura del mio ultimo romance: «RITROVARSI», una storia ambientata nella Dublino contemporanea che unisce il mare d’Irlanda a quello d’Australia, con momenti rock e emozioni.

Una lettura perfetta  per le serate di apertivo serale per questa fantastica estate 2018 a tutta lettura! 🙂 🍹🏄‍♀️🏄‍♂️🏊‍♂️💦👙👡🐳🐠🦀🐚🌻🍉🍒


Coleen è una donna dal carattere forte, che ha gettato alle spalle un passato infelice per riprendere in mano la propria vita. Vive con sua figlia Emily a Dublino, ha un lavoro che le piace, un’amica pazza con cui passa le serata e un matrimonio fallito alle spalle. Quando sua figlia vince i biglietti per il concerto dei Social Review, Coleen la accompagna e qui rincontra Connor, il suo primo grande amore. L’incontro provoca in Coleen grande emozione e la riporta indietro nel passato, alla notte delle lacrime di fata, quando lui, surfista australiano in vacanza studio in Irlanda, si era unito al gruppo composto da lei e i cugini Walsh. Quella notte lei e Connor si erano amati e per qualche ora era stato tutto perfetto, poi tutto aveva preso una piega tragica e il presente di Coleen si era trasformato in una gabbia di sofferenza. Connor, tornato in Australia, non l’aveva mai più cercata. Ora, il nuovo incontro, a distanza di quindici anni di distanza, apre nuovi scenari e porta alla luce sentimenti mai spenti…

Link acquisto

 

[Letti per voi] | Short Review: «Fahrenheit 451» di Ray Bradbury. La distopia che preannuncia…

Buongiorno a tutt*! 😀

Recensione veloce veloce, di un libro che andrebbe assolutamente letto: «Fahrenheit 451» di Ray Bradbury, un capolavoro della distopia! Letto in meno di tre giorni, amato tanto, ve lo consiglio per tanti motivi.

Ecco qui la mia Short Review… #distoopia #fantascienza #RayBradbury #Fahrenheit451 #lettura #lettori #leggere #libri #recensione #shortReview #lettiperVoi


FAHRENHEIT 451 di Ray Bradbury – Mondadori – 1953 – genere: fantascienza,  distopico

Montag fa il pompiere in un mondo in cui ai pompieri non è richiesto di spegnere gli incendi, ma di accenderli: armati di lanciafiamme, fanno irruzione nelle case dei sovversivi che conservano libri e li bruciano. Così vuole fa legge. Montag però non è felice della sua esistenza alienata, fra giganteschi schermi televisivi, una moglie che gli è indifferente e un lavoro di routine. Finché, dall’incontro con una ragazza sconosciuta, inizia per lui la scoperta di un sentimento e di una vita diversa, un mondo di luce non ancora offuscato dalle tenebre della imperante società tecnologica.  ACQUISTALO QUI


LA MIA RECENSIONE

«Fahrenheit 451» induce a profonde riflessioni sulla società attuale e Bradbury non risulta affatto superato, nonostante il distopico sia degli anni Cinquanta.

Il romanzo – che applica la formula “E se…” e da qui parte a immaginare un futuro non tanto lontano – anticipa, con intelligenza e lucidità alcuni aspetti inquietanti della società di oggi, nonché i meccanismi perversi che li hanno generati.

La capacità di ragionare e scegliere, elaborare,

il pensiero, la memoria,

l’importanza dell’individualità, del ricordo,

i libri come memento, realizzazione della creazione artistica individuale.

Un distopico che termina in un crescendo di ansia e desolazione, che diventa un’accusa di quanto la società già mette in atto, di ciò che potrebbe accadere se perdessimo la capacità di critica, la libertà di parola, la possibilità di scegliere, di agire, di essere protagonisti nel cambiamento e nelle regole della civiltà.

Ottimamente scritto, il cui ritmo è incessante.

Assolutamente da leggere. Asse portante della distopia mondiale.

Loriana Lucciarini

[Letti per voi] – Da leggere tutto d’un fiato: «Storie inventate in un giorno di pioggia» di aa.vv. | Short Review

Ciao followers! Oggi una recensione veloce veloce e vi parlo di

STORIE INVENTATE IN UN GIORNO DI PIOGGIA – del collettivo autori de Gli Scrittori della porta accanto.

Un volume, diponibile in formato cartaceo e ebook, che vi consiglio perché…

⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓ MIA SHORT REVIEW / RECENSIONE BREVE ⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓⇓

– Copertina flessibile: 239 pagine – Editore: StreetLib (27 aprile 2017) – Disponibile in due formati: ebook e cartaceo. Il cartaceo costa 8.49 mentre l’ebook (Kindle) 0.99 a QUESTO LINK qui: https://www.amazon.it/Storie-inventate-pioggia-Scrittori-Accanto-ebook/dp/B0791N9C95/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1518783478&sr=8-1

Tante storie.
Tante storie, tutte ben scritte, di genere diverso, che sapranno tenervi compagnia proprio come il nonno fa con i suoi nipoti.

Storie allegre, divertenti, ironiche, romantiche, ma anche memorie d’esistenza, attimi sospesi di un amore che va via, abbandoni definitivi tra luci che si spengono…
All’interno piccole chicche letterarie, cito fra tutti quelle di Stefania Bergo che, in più di un racconto, ha saputo farmi emozionare.
Un plauso a lei e bravi a tutti gli autori della raccolta.

Loriana Lucciarini