[libri/segnalazioni] – Look Left, già in preorder il romanzo di Katiuscia Napolitano

Buongiorno, carissim* follwers. Freddino eh?
Qui ormai scarpe chiuse e giacchetto autunnale, la temperatura si aggira tra i 10 e i 15° e l’estate sembra essere già un ricordo lontano.
Eppure… eppure, tra lo scalpicciare veloce sul tappeto di foglie e le prime sciarpine di cotone avvolte attorno al collo, in me torna prepotente la voglia del fantastico mix che ci accompagnerà per i prossimi mesi:
Coccole&Tisana&Copertina&LIBRI!
Soprattutto, libri! 😀
Ecco allora che vi segnalo questo progetto editoriale, seguitene gli sviluppi perché la storia è intrigante e merita la vostra attenzione… Sto parlando di LOOK LEFT, di Katiuscia Napolitano.
Il suo romance viene proposto in campagna crowdfunding e ha già superato le copie previste per la realizzazione, sarà quindi a breve pubblicato da BookaBook (more info qui)

Titolo: Look Left

Autore: Katiuscia Napolitano
Editore: BookaBook
Genere: romance
Pagine: 150 pp.

LA STORIA?


Trentotto anni, single orgogliosa per scelta, Livia si divide tra i suoi amori: la libreria che conduce con l’amica Alexis e i viaggi, rigorosamente in solitaria.

Tutto cambia quando il suo blog, The Travelling Girl, si posiziona tra i finalisti di un concorso indetto da un noto editore di guide turistiche. Per vincere basta presentare un report con sei attrazioni della propria città, corredato da fotografie. In palio: un contratto di collaborazione.
Poi c’è Pedro, fotografo e direttore creativo per un’azienda che stampa calendari. Il suo capo ha l’idea di metterlo in rivalità con Mark, giovane collega che da sempre punta al posto di Pedro, per il tema del nuovo calendario. Chi porterà i sei scatti migliori potrà eseguire i restanti. Mentre cerca ispirazione, al museo Victoria and Albert, scorge Livia. È perfetta, per fargli da modella, ma non riesce a raggiungerla. I due però si incontreranno in libreria, proprio grazie al blog della ragazza. Il patto è scontato: Pedro farà le fotografie per Livia, mentre lei poserà per lui, vincendo la sua ritrosia.
Dodici tappe, alternando le località preferite di Livia alle dee greche, scelte da Pedro per il suo progetto. I due si incontreranno, si scontreranno, si apriranno l’un altro ritrovando l’uno qualcosa che credeva perso, l’altra qualcosa che non ha mai conosciuto prima.
Peccato che Pedro sia ancora sposato, sulla carta, con Sarah. Ex modella, bellissima e senza scrupoli. Una storia romantica che è anche una dichiarazione d’amore per una città incantevole: Londra.  

L’ESTRATTO

Annunci

[eventi] – Al Salone internazionale del libro di Torino: report di un sabato libridinoso!

#SalTo2018. Diamo i numeri: l’edizione di quest’anno ha avuto 144.386 visitatori a cui si aggiungono quelli degli eventi fuori salone (Salone Off), dislocati in varie aree della città. L’edizione 2018, dunque, surclassa quella dell’anno precedente, quella della rottura con le big e della diatriba con Tempo di Libri di Milano, che era stata pure un successo con 143.815 biglietti venduti.

Il Salone Internazionale del Libro di Torino ha visto circa 860 stand espositivi.

…una mecca per gli amanti della lettura! 😀

 

«Scintille d’Anima» era tra i blog accreditati per la stampa e quindi da inviata ho partecipato alla giornata di sabato, esattamente come nell’edizione 2017.

Appena arrivata ho notato subito delle piccole differenze: lo scorso anno si poteva girovagare con tranquillità tra i vari stand, la gente c’era ma non si accalcava. Quest’anno per arrivare a un altro padiglione per seguire una presentazione letteraria ho dovuto nuotare controcorrente neanche fossi un salmone che risale le Willamette Falls! :-O

Tanta (forse anche troppa) gente, con file ovunque: per gli eventi, per i firmacopie, per mangiare, per il bagno! A fine giornata episodi di nervosismo anche tra i visitatori, continuamente spinti dagli addetti ai lavori a “non sostare”, “non passare di qui”, “non interrompere la fila”, “non fare inutile calca”. Molti quindi gli appuntamenti segnati in agenda che sono saltati per via del girovagare distratto e anche nervoso tra i vari stand.

Eppure ero partita bene: ero entrata in pochissimo tempo, saltando la lunga fila d’ingresso che andava a rilento a causa dei controlli di sicurezza, proprio grazie all’accredito stampa ma ho immediatamente compreso che i programmi avrebbero dovuto avere una doverosa riorganizzazione. E infatti… gli eventi che avrei voluto seguire (la presentazione letteraria di Bianca Rita Cataldi per Harper&Collins e il seminario organizzato da Ewwa sullo Scrivere Rosa, ad esempio) li ho mancati, perché erano addirittura in contemporanea con la mia presentazione: infatti, io ero impegnata allo stand della Regione Marche per la presentazione della collana “Live&Love” de Le Mezzelane, con il mio ultimo romanzo «Ritrovarsi» (a cura del bravissimo editor Carlo Porrini), assieme alle altre brave autrici Lorena Marcelli e Manuela Chiarottino (ve ne ho parlato qui e poi, nel dettaglio, qui).

Purtroppo una sola giornata non basta, specie poi se hai anche la tua, di presentazione, da fare!

 

Eccomi quindi a farvi un breve riepilogo estemporaneo della mia avventura al SalTo2018, giusto per darvi l’idea della moltitudine di proposte, storie, approfondimenti che il Salone internazionale del libro di Torino ha permesso.

Il padiglione d’ingresso (pad. 5) era quello dedicato alla letteratura d’infanzia con numerosi eventi in cartellone e aree dedicate. Già preso d’assalto da bambini di tutte le età. Ottimo: creiamo nuove generazioni di lettori! 😀

Il padiglione 1 era quello dove avevano gli stand i miei due editori: Arpeggio Libero (ve ne parlo qui) e Le Mezzelane (ve ne parlo qui)

Il padiglione 2 vedeva concentrati gli eventi che più mi interessavano.

Il padiglione 4 non l’ho neanche visitato, non trovando indicazioni per come raggiungerlo. scoprirò poi che è stato il padiglione “fantasma” allestito all’ultimo minuto in una tensostruttura e che ha avuto poche visite, tanto che gli editori coinvolti hanno protestato per il trattamento ricevuto.

Nonostante alcune pecche organizzative – sabato hanno chiuso anticipatamente (sul sito indicavano le 22.00 e invece alle 20.00 siamo stati tutti invitati a lasciare gli stand….)  il Salone internazionale del libro di Torino si conferma un appuntamento da non perdere, per la capacità di avvincere i lettori e offrire approfondimenti e eventi di grande interesse.

A zonzo per il #SalTo – guarda la fotogallery

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Lo stand di Arpeggio Libero

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

I colori e la verve dello stand Le Mezzelane

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Presentazione «Velluto nero» di Vito Introna, edizioni Dal Sud

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Presentazione collana “Live&Love”  con le autrici Lucciarini, Chiarottino, Marcelli presso stand Regione Marche – edizioni Le Mezzelane

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Gli incontri ❤

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Loriana Lucciarini

 

[news] – Segnalazione uscita | AMBROSE di Fabio Carta, fantascienza italiana d’autore

 

Altro titolo che vi segnalo oggi è AMBROSE, di FABIO CARTA, genere fantascienza, una storia che vi intrigherà, ne sono certa!

Ecco qui la scheda del volume. Per gli interessati in fondo i link per l’acquisto…


SINOSSI: Controllore Ausiliario – CA – è uno dei pionieri ad aver sposato la causa della missione Nexus, la frontiera virtuale dove scrivere un nuovo e pacifico capitolo della storia umana. Ma durante la preparazione terapeutica, il suo corpo rimane vittima di danni irreparabili. Logorato dalle metastasi, è costretto a vivere in una speciale tuta eterodiretta da pazzi esaltati, che combattono una guerra in bilico tra realtà e spettacolo. Il suo destino è la morte, mentre un suo gemello elettronico continuerà a simulare la sua esistenza nel ciberspazio. L’infelicità di CA – figlio delle stelle, alieno agli usi terrestri – subisce uno stravolgimento con la comparsa di Ambrose. Un’entità che si presenta come una rosa stillante ambra, una irriverente voce che lo guida verso sviluppi imprevedibili. Come ribellarsi al proprio destino e scoprire cosa si cela realmente dietro i grandi cambiamenti ai quali l’umanità dovrà far fronte.

Titolo: Ambrose – Autore: Fabio Carta – Casa editrice: Scatole Parlanti – Collana: Mondi – ISBN: 978-88-3281-027-1 – Data di pubblicazione: 07 giugno 2017 – Formato: cartaceo  16×22 – Prezzo: 15,00 € – Genere: fantascienza – Pagine: 212 – Link all’acquistohttp://www.scatoleparlanti.it/mondi/ambrose/


L’AUTORE

Fabio Carta, classe 1975, è appassionato di fantascienza e dei classici della letteratura. Laureato in Scienze Politiche con indirizzo storico, ha al suo attivo la saga fantascientifica Arma Infero, una serie che a oggi conta due romanzi (Il mastro di forgia, 2015 e I cieli di Muareb, 2016) e il racconto lungo Megalomachia (Delos Books, 2016), scritto unitamente alla finalista del premio “Urania 2016”, Emanuela Valentini. Ha inoltre partecipato con importanti firme della fantascienza italiana all’iniziativa benefica Penny Steampunk (2016), da cui è nato un volume di racconti fantastico-weird a cura di Roberto Cera.

 

[Libri/segnalazione] – In libreria il libro-inchiesta “L’Honda anomala” di Pietro Ratto

Bentrovat* car* followers… oggi vi segnalo l’uscita in libreria di un romanzo che – sono certa – apprezzerete!

Eccolo qui…

L’Honda anomala

di Pietro Ratto – Bibliotheka Edizioni

pagg. 96, 11 euro

Pietro Ratto è giornalista, autore di diversi libri, ha alle spalle un percorso professionale notevole. Ora si presenta ai lettori con un saggio ben documentato sul delitto di Aldo Moro, presidente della DC, personaggio centrale della politica italiana, riaprendo così una delle ferite più gravi della storia del nostro paese. Tanti i punti ancora oscuri di questa vicenda, troppi i depistaggi: una lettera anonima mai protocollata porta alla luce tutta una serie di intrecci inaspettati e drammatici. Servizi segreti, CIA, politica americana fanno intuire che dietro alla strage di via Fani ci sia un complotto internazionale. Qualcosa che va oltre ciò che si conosce ed è stato detto. L’autore è in grado di affrontare con competenza l’argomento, entra preparato elencando fatti e citando personaggi veri, riuscendo a rievocare segreti, domande senza risposte certe, e lo fa utilizzando un linguaggio semplice adatto a tutte le tipologie di lettore, garantendo una fluidità narrativa, un ritmo che avvolge e che crea curiosità in chi si avvicina a queste pagine. Un ispettore cerca di sbrogliare la fitta trama per arrivare alla verità: da quel 9 maggio 1978 l’uccisione di Moro è ancora oggi un mistero oscuro, un mosaico da ricomporre. Ratto con una attenta analisi e approfondita ricerca, ci accompagna a riflettere, a non dimenticare una delle vicende più torbide del nostro tempo, consapevole che quella Honda ‘anomala’ è uno degli infiniti tasselli da chiarire tra le molteplici contraddizioni.

Uff. stampa Michela Zanarella

Contatti: pressliveitalia@gmail.com


La storia…

Dicembre 2010, Questura di Torino.
Un ispettore della Digos scopre, tra i documenti in possesso del suo sovrintendente, una lettera anonima mai vista prima. Poche righe su un foglietto che alludono a responsabilità quanto meno scomode, e che delineano scenari davvero inquietanti, relativamente alla Strage di via Fani.
L’ispettore Rossi decide di vederci chiaro e di cominciare a indagare, senza lasciarsi spaventare dalle prevedibili difficoltà che lo attendono. Riportando così sotto i riflettori una pista troppo spesso lasciata in ombra da Procure, Commissioni parlamentari e mass media. E regalando al lettore una nuova occasione per riflettere sugli innumerevoli retroscena di quella tragica mattina del 16 marzo 1978. Un saggio “raccontato”, che si legge tutto d’un fiato e che intreccia le avventurose fasi dell’indagine dell’ispettore, con l’accattivante rassegna di alcuni dei molti fatti e dei moltissimi dubbi, relativi all’agguato Moro.


L’autore

Pietro Ratto è saggista, giornalista e scrittore. Laureato in Filosofia e Informatica, è professore di Filosofia, Storia e Psicologia. Ha vinto diversi premi letterari di Narrativa e Giornalismo. Oltre a questo libro, ha pubblicato La Passeggiata al tramonto. Vita e scritti di Immanuel Kant (2014), Le pagine strappate (2014), I Rothschild e gli Altri (2015), Il Gioco dell’Oca (2015) e BoscoCeduo (2017).  Da parecchi anni amministra il sito “BoscoCeduo.it” (www.boscoceduo.it) – che raccoglie molte delle sue riflessioni filosofiche – nonché l’Archivio di ricerca contro-storica “IN-CONTRO/STORIA” (www.incontrostoria.it).