Contro la violenza sulle donne «Mille voci contro la violenza» a Milano | Parte la campagna raccolta fondi per realizzare l’evento, fondamentale il TUO contributo!

Hi followers! 😀

Vi avevo anticipato che ci sono tante interessanti iniziative che bollono in pentola, sì? Ecco, oggi vi parlo di un evento che si sta organizzando e che alzerà un coro di voci contro la violenza. Si tratta di…

«Mille voci contro la violenza»

e si terrà il 26 novembre, a Milano, presso il Politeatro in viale Lucania 18, con inizio alle ore 16:00

mille-voci-contro-la_1504223682.jpg

L’evento è a ingresso gratuito e vedrà la partecipazione di tanti artisti e intellettuali, ognuno di loro salirà sul palco e porterà la sua voce, che si unirà alle altre, per levare un coro forte e potente per dire “Basta!” alla violenza sulle donne.

Inizialmente ideato dalla scrittrice Emma Fenu, l’evento ha trovato come promotori convinti i blog culturali e letterari di Parole ad hoc, Cultura al Femminile, Medicamenta-lingua di donna e altre scritture, Donne che emigrano all’estero, Gli scrittori della porta accanto e anche questo blog, Scintille d’anima, oltre a varie associazioni, tra le quali: Women in White di Como, Ewwa Italia, Linearosa SPAZIODONNA di Salerno, SeNonOraQuando? di Torino.

Dal palco si alterneranno artisti e intellettuali…

Scrittori, poeti e editori; vi sarà il contributo musicale di gruppi e cantanti, oltre quello specifico di psicologi e avvocati. Ecco gli ospiti che si alterneranno al microfono lanciando il proprio messaggio:

Loriana Lucciarini, scrittrice, recensora e blogger; Marina Fichera, manager e viaggiatrice; Giulia LaFace, scrittrice e blogger; Elvira Rossi e Vilma Tabano, volontarie di SpazioDonna Linearosa di Salerno; Sara Filipelli, scrittrice, blogger, studiosa di storia delle donne; Paola Minussi, presidente di Women in White, musicista; Alle Bonincalza, fotografa; Elisabetta Calabrese, ostetrica; Gino Marchitelli, scrittore, musicista e cantautore; Andrea Mancini, architetto e artista; Daniela Vasarri, scrittrice e recensora; Valeria Bianchi Mian, psicologa, poetessa e scrittrice; Sara Rosa, poetessa; Lady Be, artista; Alessandra Monaco, editora; Alessia Sorgato, avvocata; Monica Serra, scrittrice; Riccardo Gavioso, scrittore e blogger; Fabio Dessole, alias Furio Thot, scrittore e editore; Coro gospel Daltrocanto; Enrico Olivanti, cantante e musicista; Sabrina Corti, avvocata; Jean-Christophe Casalini, scrittore e produttore cinematografico; Roberta Andres, rappresentate Ewwa.

Previste, inoltre, anche testimonianze da parte di vittime dirette di violenza: Filomena Lamberti, vittima dell’acido gettato dal marito e Nadia Nunzi, autrice del libro autobiografico “Ti amo anima mia”.

Così… l’evento si farà! 😀

I promotori, convinti che la letteratura, l’arte e la musica cambiano il mondo, vogliono trasformare parole, note, forme e colori in un messaggio che si fa interprete della volontà di raggiungere e coinvolgere tutti nella condanna della violenza contro le donne. Un evento corale che riunisce scrittori, poeti, giornalisti, editori, avvocati, cantanti, musicisti, artisti, attori, psicologi e testimoni diretti. Ognuno nel proprio modo espressivo, insieme a tanti altri, uniti contro la violenza.

Ma insieme non servono solo le voci… è importante che ognuno dia il proprio contributo per finanziare la realizzazione dell’evento! Servono, entro ottobre, almeno 600 Euro per pagare il teatro e i tecnici che vi lavorano; gli artisti e i partecipanti invece non percepiranno invece alcun compenso

Vuoi aiutarci? Ecco come fare…

Partecipando alla campagna di raccolta fondi: è stata infatti aperta una sottoscrizione, ognuno potrà donare la somma che vorrà. In ogni caso, per incentivare la partecipazione, sono stati previsti anche degli omaggi: donando 10 Euro riceverete come ricompensa una raccolta di racconti curata da Emma Fenu in formato ebook; donando 12 Euro riceverete come ricompensa una raccolta di racconti curata da Emma Fenu in formato ebook e vi assicurerete un posto riservato nelle prime file del teatro.

PER DONARE IL TUO CONTRIBUTO E SOSTENERE LA RACCOLTA FONDI CLICCA QUI

Campagna gestita da Emma Fenu, fondatrice di Cultura al Femminile e Marina Fichera, staff di Cultura la Femminile.

 

-> SEGUI L’EVENTO SU FACEBOOK QUI

-> LEGGI ALTRE INFO QUI

Dai, che è importante: sosteneteci e seguiteci… tutti insieme saremo «Mille voci contro la violenza»!

Loriana Lucciarini – Scintille d’Anima

Annunci

[eventi] – 26 novembre a Milano: Mille voci contro la violenza | Aggiungi la tua!

Vi riporto qui il messaggio di Emma Fenu sull’evento che stiamo organizzando per il 26 novembre a Milano. Faccio parte anche io (in minima parte, eh!) dell’organizzazione e supporterò per quanto mi è possibile questa bella iniziativa, non solo partecipando quel giorno ma anche supportando e diffondendo il più possibile.

Carissimi, una piccola anticipazione. Non mi addentro nei dettagli perchè i lavori sono in fieri. Per il 26 novembre, a Milano, stiamo organizzando ( e nel NOI includo non solo Cultura al Femminile, ma anche Women in White, Ewwa, Scintille dell’anima, Parole ad hoc, Spaziodonna linearosa, Medicamenta e scritture di donna, Gli scrittori della porta accanto, Destinazione libri, Donne che emigrano all’estero) un evento teatrale contro la violenza sulle donne. Hanno aderito, a titolo totalmente gratuito, circa 40 persone esponenti della letteratura, del giornalismo, dell’arte, della musica, dell’editoria, del diritto, delle associazioni impegnate sul campo. Ci saranno anche testimonianze autobiografiche (non vi svelo i nomi, ma vi assicuro che sono persone davvero interessanti). Un evento di questa portata, A INGRESSO LIBERO, richiede dei fondi, quindi stiamo organizzando una campagna di raccolta, crowdfunding. Tutti noi partecipiamo gratis e non chiediamo rimborsi per viaggio e alloggio, ma la location e i tecnici devono essere retribuiti. Cosa abbiamo pensato di dare a chi offre 10 euro? Una antologia di racconti in formato digitale a tema “La forza delle donne”. Sceglieremo una decina di racconti che trattino di violenza ma non solo, anche di vittorie conquistate in un mondo a misura di uomo.

Ci sarà la possibilità di unirsi al coro di artisti, scrittori, musicisti che – ognuno a modo proprio – eseguirà una performance live in quella giornata. In che modo? Mandando un vostro testo – entro il 1 settembre – a questa mail: emmafenu77@gmail.com

I diritti d’autore rimarranno vostri.

[news] – Modus Legendi e il leggere libero: lettori uniti per la buona letteratura

Sei un lettore stufo delle solite proposte della grande editoria? Unisciti alla critical book mass di Modus Legendi!

Buongiorno car* followers, oggi vi voglio informare di questa iniziativa controcorrente e anche coraggiosa e, visto che mi piacciono le sfide alternative e anche originali, ecco qui ad invitarvi a partecipare. Se saremo in tanti sarà già un bel risultato e un gran bel segnale! 😉

Di cosa parlo? Di…

«Modus Legendi»

12718236_1553574241609673_6779917238433250268_n

Vado a spiegare nel dettaglio.

Un gruppo di accaniti lettori ha deciso di contrastare il mercato editoriale, ormai standardizzato e privo di proposte letterarie non commerciali. In che modo? Facendo sentire la propria voce, con scelte di massa verso titoli letterari, di qualità e di contenuto innovativi, che sposteranno l’ago della bilancia delle vendite.

Per farlo occorre essere in tanti perché, si sa, l’unione fa la forza e insieme si diventa una massa critica che può influire sui futuri titoli editoriali.

Entro il 31 marzo i lettori voteranno tra i 5 titoli proposti (i voti on line più i voti raccolti da librerie e blog aderenti all’iniziativa) e sarà stabilito il volume da acquistare in massa, questo per incidere sulle vendite e far “sentire la propria voce”.

  1. Il posto, Annie Ernaux (L’Orma Editore)
  2. Sul soffitto, Éric Chevillard (Del Vecchio Editore)
  3. Dalle rovine, Luciano Funetta (Tunuè)
  4. La resistenza del maschio, Elisabetta Bucciarelli (NN Editore)
  5. Il grande animale, Gabriele Di Fronzo (Nottetempo)

Una volta stabilito il volume prescelto si procederà all’acquisto nel periodo dal 18 al 24 aprile.

Di conseguenza, sarà necessaria una presa di coscienza della grande distribuzione rispetto al volere e alle richieste dei lettori su titoli poco commercializzati e invece molto richiesti.


Qualcuno potrà obiettare: sarebbe bello ma tanto non cambierà niente!”

Ma io rispondo: “magari anche no, ma almeno proviamoci!”. 😛

Qualcun altro potrà argomentare: “E quali sono i titoli che bisognerà acquistare? Chi li decide? Anche questo non toglie la libertà di scelta a noi lettori?”

E qui vi dico: “La TOP FIVE è composta da titoli di piccole e medie case editrici che lavorano seriamente, testi di qualità che andrebbero premiati, di autori esordienti o emergenti che andrebbero fatti conoscere e che il comitato organizzatore selezionerà con rigorosa attenzione. Tra questi 5 titoli si voterà per sceglierne SOLO UNO DA ACQUISTARE. Chi partecipa all’iniziativa sa che si dovrà adeguare alla lista di questi titoli per supportare l’iniziativa ma può esprimere la sua opinione VOTANDO. E, seppur ciò possa sembrare limitante, questo ha l’unico scopo di creare massa critica, protesta, indicazioni di richiesta di innalzamento delle proposte editoriali. Se si è d’accordo con il progetto allora si può passare sopra questo punto. Così acquistare il libro deciso tra tutti i lettori diventa una decisione consapevole, un’espressione convinta della voce dei lettori.”


Ecco il manifesto dell’iniziativa “Modus Legendi”

12800181_1552822888351475_332519827001049390_nCi sono persone che credono di poter cambiare qualcosa nel mondo. Non il mondo intero, non tutto in una volta, ma un passo alla volta, lavorando su una porzione di realtà, quella che si conosce meglio.
Innescando qualcosa nelle menti, nei cuori della gente. Mettendo a dimora un seme.
C’è un gruppo su fb, si chiama “Billy, il vizio di leggere”. L’hanno costituito due ragazzi innamorati dei libri, Angelo Di Liberto e Carlo Cacciatore. Ci hanno lavorato
per anni, giorno dopo giorno. Proponendo letture condivise, riflessioni, lanciando spunti e provocazioni.
Lo scopo del gruppo è quello di promuovere la lettura consapevole di libri con forma e contenuto alti quanto basta per portare il lettore a osservare la realtà con occhi e
mente aperti. Lo scopo è un qui e ora più densi di significato e conoscenza. E nel contempo lo scopo è un Altrove che ci riscatti di quanto ci mortifica l’animo nel
quotidiano.
Una rivoluzione culturale, senza sangue, e ve ne sono state tante nella Storia. Quante lotte per la libertà di stampa, espressione, diffusione e lettura, quanti roghi di libri
giudicati pericolosi perché portatori di verità.
Questo gruppo adesso tenta un nuovo esperimento: Tremila copie vendute di un libro che sia espressione di Competenza, Valore, Qualità, Dignità, Mestiere, Ispirazione,
Pregio.
Per fare ciò Billy esprimerà una rosa di cinque candidati possibili, in questa prima fase.
I billyni, e quanti aderiranno, voteranno, stabiliranno quale acquistare. Si è deciso di coinvolgere altri gruppi e quanti vorranno aderire all’iniziativa.
Si è deciso altresì di cooptare in questo progetto tutte le librerie italiane disponibili invitando i librai a esporre la rosa dei cinque candidati e a chiedere ai propri clienti di
votare il libro vincitore.
I billyni man mano comunicheranno i voti.
Da quel momento gli amministratori di Billy creeranno un EVENTO nel quale daranno due settimane di tempo per procurarsi il testo più votato.
Sono molti coloro che hanno risposto all’appello. È ufficiale la collaborazione con “Lìberos”, che vanta oltre 8 mila iscritti (Lìberos è stato fondato, tra gli altri, da
Michela Murgia);
“Ultima Pagina” di Linda Rando;
“Modus Vivendi” di Palermo, la libreria che per prima ha risposto all’appello.
Per maggiori dettagli, chi fosse interessato può chiedere l’adesione al gruppo (di cui per inciso fanno parte lettori, autori, editori) o contattare gli amministratori del
gruppo.
“Tu potresti dire che io sono un sognatore, ma non sono l’unico”, cantava John Lennon. A me sognare piace”.


 

Concludo invitandovi tutti a prendere in considerazione l’idea di unirvi a questo progetto: diventiamo critical mass, salviamo la “buona letteratura”! 

Io partecipo e voi? 😀

∼ Loriana ∼ 

Per maggiori info vai alla pagina Facebook del gruppo