[segnalazione | PER UN’ESTATE DI LIBRI] – «LO SPAZIO NEL MEZZO» di Maria Rosaria Ferrara

Il Salotto di Scintille apre per la stagione estiva «Per un’Estate di libri»! Oltre a freschi cocktail e spruzzi e lazzi parleremo di autori italiani, libri e tante storie…e oggi si parlerà di «LO SPAZIO NEL MEZZO» di Maria Rosaria Ferrara.

Il volume, che racchiude storie fantasy e fantastiche, oniriche e filosofiche, con immagini forti ed evocative, renderà intense e affascinanti le notti stellate di questa estate 2018 di lettura! 🙂 🍹🏄‍♀️🏄‍♂️🏊‍♂️💦👙👡🐳🐠🦀🐚🌻🍉🍒


“Lo spazio nel mezzo” è una raccolta di nove racconti di genere fantastico scritti tra il 2012 e il 2016 che rievocano atmosfere metafisiche ed esplorano in modo introspettivo l’animo umano. Ambientazioni astratte ed epoche indefinite caratterizzano il viaggio di ricerca interiore intrapreso dai personaggi, viaggio nel quale la condivisione diventa il comune denominatore di ognuno dei racconti: essa è intesa come fattore che favorisce la nascita delle emozioni e soprattutto come mezzo che ne definisce la forza e l’essenza. Sono infatti le emozioni le vere protagoniste, causa ed effetto di quanto accade. Esse assumono le sembianze di personaggi insoliti e queste loro fattezze (sirene, lanterne folli, pietre parlanti e coriandoli) sono funzionali per esplorare la sensibilità umana, le relazioni tra le persone e le conseguenze che queste comportano. Vi sono poi degli elementi che ricorrono nel corso della narrazione, come il mare, la musica, l’arte e la ricerca di un altrove indefinito. “Lo spazio nel mezzo” è un luogo sospeso tra la magia di alcune esperienze personali e i tormenti della realtà del quotidiano. Un luogo immaginario che si fa metafora delle esperienze che si affrontano ogni giorno.

LINK PER L’AQUISTO

[letti per voi] – Lo spazio nel mezzo, di Maria Rosaria Ferrara | storie magiche, scintille d’emozione | edizioni Le Mezzelane

Benritrovati carissm* followers! Come state? Tutto bene?

In questa giornata invernale vi propongo la mia SHORT REVIEW relativa a un volume che mi è piaciuto molto – lo dico da subito:

«Lo spazio nel mezzo» di Maria Rosaria Ferrara – edizioni Le Mezzelane


SINOSSI

Titolo: «Lo spazio nel mezzo»

Autrice: Maria Rosaria Ferrara

Editore: Le Mezzelane

Collana: La mia strada

Genere: fantastico

Anno: 2017

Formato: Ebook

Pagine: 89 pp

Prezzi: 3.49€

Acquistalo qui

“Lo spazio nel mezzo” è una raccolta di nove racconti di genere fantastico scritti tra il 2012 e il 2016 che rievocano atmosfere metafisiche ed esplorano in modo introspettivo l’animo umano. Ambientazioni astratte ed epoche indefinite caratterizzano il viaggio di ricerca interiore intrapreso dai personaggi, viaggio nel quale la condivisione diventa il comune denominatore di ognuno dei racconti: essa è intesa come fattore che favorisce la nascita delle emozioni e soprattutto come mezzo che ne definisce la forza e l’essenza. Sono infatti le emozioni le vere protagoniste, causa ed effetto di quanto accade. Esse assumono le sembianze di personaggi insoliti e queste loro fattezze (sirene, lanterne folli, pietre parlanti e coriandoli) sono funzionali per esplorare la sensibilità umana, le relazioni tra le persone e le conseguenze che queste comportano. Vi sono poi degli elementi che ricorrono nel corso della narrazione, come il mare, la musica, l’arte e la ricerca di un altrove indefinito. “Lo spazio nel mezzo” è un luogo sospeso tra la magia di alcune esperienze personali e i tormenti della realtà del quotidiano. Un luogo immaginario che si fa metafora delle esperienze che si affrontano ogni giorno.


LA MIA SHORT REVIEW

Storie intrise di poesia, musicalità.

 

Percorsi tra pensieri, idee, cielo e terra, acqua e stelle, anime e cuori.

 

Eroi mitici, dai richiami filosofici, legati a ruoli che anticipano ben altro: l’essenza della vita.

Portatori di lampade – fiaccole, luci che annullano il buio.

Lanciatori di coriandoli – frammenti di gioia di attimi bambini.

Spazi nel mezzo – non luoghi di incontro, dove vive il coraggio.

Sirene, Marinai – destini legati a lune e stelle alleate.

Confini, mura, vuoti e ritorni…

 

Vicende curiose, originali che, attraverso la competenza narrativa, sondano i più reconditi angoli dell’animo umano, del percorso di vita e di crescita.

Attirata dal titolo, evocativo, delicato e dalla copertina straordinaria, che mi aveva colpito subito, l’ho acquistato d’istinto per poi scoprire che si tratta di racconti fantasy.

Allora, ancora più curiosa, mi sono immersa nella lettura, per venirne piacevolmente colpita, avvolta, sedotta.

L’autrice, Maria Rosaria Ferrara, ha uno stile leggero, elegante a tratti lirico. Sa descrivere e raccontare. Sa rendere tridimensionali i personaggi, con poche efficaci descrizioni, come questo breve stralcio:

«La pelle scura, le mani grandi, gli occhi di vetro intensi, di un bruno profondo. Occhi che trattenevano qualsiasi emozione e, a guardarli, ti facevano perdere, per quante ne contenevano. Occhi che riuscivano a scuoterti con la loro luce e con tutte le ombre dei mondi incredibili che celavano.»

Le storie sono accattivanti, piccole ciliegie da gustare – una dietro l’altra. Fra tutte segnalo “Coriandoli”, “Il lanciatore di coriandoli” e il mio preferito – il racconto che poi fa da fil rouge a tutta la raccolta, riprendendone in parte il titolo – “La stanza nel mezzo”.

Lettura consigliatissima. Non lasciatevela sfuggire!

 

Loriana Lucciarini

[letti per voi] – GLI ASHRAM “Il drago celeste” – Elisabetta Zanello | fantasy formativo per ragazzi – vol. 1

Eccomi qui con una nuova recensione! 😀

Questa volta vi parlo della saga de Gli Ashram, un gruppo di ragazzi creati dalla fantasia di Elisabetta Zanello editi da Curcio editore. Una serie di 7 libri con 7 protagonisti differenti che fa parte della collana Curcio Young che, come recita il sito dell’editore:

La collana Curcio Young torna in libreria con «Gli Ashram e il Drago Celeste», la prima di sette storie fantasy dedicata interamente ai ragazzi che nell’età della socializzazione si avventurano fuori dalla famiglia.

Comincia con Il drago celeste la saga degli Ashram, sei ragazzi e il loro maestro che, nell’arco di 7 volumi corredati da illustrazioni a colori, affronteranno i peggiori incubi e quanto nel loro carattere è un grosso difetto, per scoprire invece il potenziale che nascondono. Dai difetti di Gigi, inguaribile bugiardo e di Agatha preoccupata per il suo futuro, di Leonardo e Olivia che parlano con gli animali e gli alberi, di Mauro che è un bimbo violento, fino a quelli di Camilla che ha la puzza sotto il naso, tutto cambierà quando ognuno dei protagonisti incontrerà Ivan, il bambino rosso-rubino, che li riunirà per salvare il suo mondo in pericolo. I sei ragazzi viaggeranno con lui, usando le loro riscoperte qualità in nome dell’evoluzione. Età di lettura: da 8 anni.


La mia recensione

Una serie fantasy che è molto, molto di più di una semplice saga fantastica, popolata da creature magiche e avventure ai confini della realtà.

Gli Ashram permettono ai giovani lettori, infatti, di crescere, dando grandi insegnamenti su se stessi, il mondo, gli affetti, le relazioni, il coraggio e la paura.

In questo volume “Il Drago celeste” (il primo della serie) incontriamo il bugiardo Gigi e il fantastico Drago con cui fa conoscenza.

In una lettura affascinante e avvincente scopriamo la travagliata storia della creatura fantastica, imparando molto dalla sua saggezza…

I temi di questa storia sono il trovare risposte al proprio destino, la rinascita dopo il dolore, la parte oscura che fa parte di noi, l’accettazione profonda, il vivere in equilibrio tra luce e ombra, i muri che le bugie creano, come vivere nella menzogna rompe il rapporto di fiducia e ferisce le persone che amiamo, come si può rimediare e ritrovare gli affetti.

Consigliato a giovani lettori che, oltre alla voglia di vivere avventure di carta, hanno desiderio di crescere e imparare, divertendosi.

P.S. IL PROSSIMO VOLUME DELLA SERIE E’ QUI 😀

Buona lettura!

Loriana Lucciarini