[Letti per voi] – SHORT REVIEW | «La fine del tempo, la fine del mondo» di Alessandra Leonardi

Volete affrontare una lettura di genere fantasy? Qui vi parlo di un romanzo breve di Alessandra Leonardi per la collana Starlight.
#fantasy #recensione #lettura #lettori #raccontolungo #romanzobreve #alessandraLeonardi #starlight


 

“Tutti sapevano che in quel periodo i Sapienti del Santuario del Ki giravano per i villaggi alla ricerca di bambini “speciali”, ma Taitun era distante dalle loro solite rotte.
Invece quel giorno arrivarono.”
Inizia così la nuova vita di Aleysha, prelevata da casa ad appena dieci anni e costretta a vivere nel Santuario insieme ad altri bambini come lei.
Aleysha ha un dono speciale e, proprio per l’energia che possiede e le abilità che apprende durante l’addestramento, si trova suo malgrado coinvolta in un progetto molto ambizioso: salvare il Mondo dalla distruzione.
Eppure, quello che desidera davvero la ragazza è di essere libera. Libera di tornare dalla mamma, di innamorarsi e seguire la strada che più preferisce. Libera di fare la sua scelta al di là di ogni obbligo. E l’incontro con Krynon la getta ancora di più nella confusione. Chi è quel ragazzo misterioso che l’aspetta nel bosco ogni giorno sempre alla stessa ora? Cosa le nasconde?
Combattuta tra scelte difficili e segreti da scoprire, Aleysha deve decidere se seguire il suo cuore o portare avanti il compito che le spetta. Il passo per liberarsi dalle catene è breve, ma ogni scelta ha le sue conseguenze… a volte imprevedibili.

– Racconto lungo fantasy –

Copertina a cura de Le Muse.

Altri titoli della collana Starlight:
“Die Party”, Silvia Castellano

  • Titolo: “La fine del Tempo, la fine del Mondo”
  • Autore: Alessandra Leonardi
  • Editore: Starlight
  • Formato: ebook 1,49 euro
  • Link per l’acquisto

LA MIA SHORT REVIEWS

Un racconto lungo fantasy nato dalla penna di Alessandra Leonardi, un’autrice che alcuni di voi già conoscono in quanto è stata ospite del nostro Salotto Letterario (QUI), facendosi apprezzare per la sua sua poliedricità e i miille interessi.

In questo racconto, ben scritto stilisticamente e ben articolato strutturalmente, si fanno i conti con la filosofia, il senso della vita, l’amore, le aspettative, i tradimenti.

I personaggi sono caratterizzati con precisione, senza sbavature e vivono vividi attraverso la storia. La conclusione ci porta a riflessioni profonde sul senso della vita.

Qualora ce ne fosse bisogno, questa è la riprova che il fantasy ha il registro narrativo perfetto per affrontare temi delicati e importanti, offrendo chiavi di lettura a più livelli, coinvolgendo un pubblico eterogeneo e vasto.

A questo genere, spesso sottostimato, vorrei fosse invece riconosciuto il giusto peso e spessore nella narrativa, senza vederlo più relegato a “genere minore”.

Lettura consigliata.

Loriana Lucciarini