[letti per voi] – Karen Caffé, di Nicole Milton

bannerkarencaffeTitolo: “Karen Caffé” – Autore: Nicole Milton – Editore: Triskell edizioni – Anno: 2014  – pagine: 90 – formato: Kindle – acquistalo qui

 

Sinossi:

Grazie a un’eredità inattesa, la vita di Flora cambia: si trasferisce a Volterra, apre un caffè letterario, adotta un cagnolino, fa nuove amicizie e soprattutto vive una storia appassionata con il commissario Valle.
Sarà la scomparsa di una delle clienti del caffè letterario a determinare una svolta nella relazione fra i due e a chiarire alla dubbiosa Flora la natura dei sentimenti del fascinoso commissario nei suoi confronti.
Info sull’Autrice:
Nicole Milton è lo pseudonimo dell’autrice Laura Bassutti, ottima penna dalle sfumature noir e gialle, che questa volta si è tinta di rosa, per raccontare una storia delicata e intensa, quella del Karen Caffé e della nuova vita di Flora…
Karen Caffè ha la giusta alchimia per conquistare i lettori.
Ha l’energia del caffé (la forte personalità di Andrea, l’ispettore).
Ha la dolcezza di un muffin, dall’apparenza semplice ma dal cuore intenso di crema profumata (la personalità complessa di Flora).
Ha il profumo di primavera, portato dalle dolci colline toscane, una ventata che rinnova (proprio come viene rinnovata la vita di Flora dopo la lettura del testamento).
Ha l’esuberanza canina di una piccola amica pelosa, complice di innamoramenti improvvisi.
Ha l’aroma fruttato  e profumato di un buon vino friulano, inebriante quanto basta, come una bella signora che improvvisamente scompare.
E poi c’è l’intensa passione di una storia d’amore appena nata ma che è già diventata importante…
Letto tutto d’un fiato perché…
…la storia di Flora fa sognare molti di noi
…le emozioni della protagonista sono le stesse in cui riconoscersi
…la prosa incalzante e rapida usata dall’autrice non consente interruzioni
…le mille domande sono le stesse che almeno una volta nella vita ci siamo posti tutti!
Nicole Milton ha uno stile raffinato e delicato, leggero e rapido, molto descrittivo ma anche conciso e asciutto, all’occorrenza. L’autrice dosa bene entrambi, per rallentare o accelerare il ritmo della narrazione, riuscendo così ad incollare il lettore alla storia e trascinarlo per le vie di Volterra, tra i pettegolezzi della vita di provincia e una storia appena nata che sembra diventare importante finché… finché le paure non sussurrano inquietudini di sconfitta e fino a quando la scomparsa di un’affascinante signora della Volterra bene non complicherà le cose!
Consigliatissimo: 5 stelle belle luminose per questa brava autrice, capace di far sognare ad occhi aperti, anzi, a e-reader acceso! ;-P
∼ Loriana ∼

[ospiti] – Laura Bassutti

Buongiorno a tutti, car* lettor*!

Proseguo con le ospitate nel mio salotto letterario e, dopo aver avuto uno scrittore in… rosso, ora cambiamo colore e ci tingiamo di giallo!

Infatti, la scrittrice che vi presento oggi è principalmente un’ottima giallista, ma il suo talento spazia anche in altri generi letterari.

Siete curiosi? Ecco a voi Laura Bassutti!

laura foto2Ho conosciuto Laura in modo fortuito e speciale: è stata la mia partner (sconosciuta fino alla fine del torneo) al contest letterario del Ping.Pong 2013, organizzato dalla Gio.ca. edizioni. In questo torneo gli autori venivano accoppiati a caso e, in assoluta anonimia, dovevano portare avanti una storia, capitolo dopo capitolo in alternanza di interventi, senza poter concordare né trama né altro. Continua a leggere