[segnalazione | PER UN’ESTATE DI LIBRI] – «Amorevoli Asimmetrie» di Vanessa Sacco

Il Salotto di Scintille apre per la stagione estiva «Per un’Estate di libri»! Oltre a freschi cocktail e spruzzi e lazzi parleremo di autori italiani, libri e tante storie

…e oggi si parlerà di «Amorevoli Asimmetrie» di Vanessa Sacco. Il giusto volume da leggere sotto il caldo sole di questa estate 2018! 🙂 🍹🏄‍♀️🏄‍♂️🏊‍♂️💦👙👡🐳🐠🦀🐚🌻🍉🍒


L’ambizioso Lio si imbatte per caso nel problematico Sam, in preda a una crisi di nervi davanti a un cartellone pubblicitario raffigurante una donna col collo tagliato. Nasce così una conoscenza che catturerà Lio al punto da portarlo a disegnare gli incubi, le allucinazioni e tutti gli strani disturbi psichici del suo nuovo amico e a credere di poterne addirittura ricavare un fumetto. Allo scopo però di realizzare il suo sogno Lio dovrà prima riuscire a svelare i segreti che l’amico ha custodito per quasi trent’anni, per appropriarsi del suo vasto mondo immaginifico. Lio si imbatterà così nel personaggio di Luna, fanciulla amata e mai dimenticata dal suo bizzarro amico e sarà catturato dalla storia di Nemo Gareffi, padre di Sam, venuto a mancare prematuramente. Lio dovrà fare i conti anche con i propri fantasmi: il compromesso mal digerito di trasferirsi dalla sua rampante Milano in una sperduta località del sud per obblighi morali verso suo padre; una relazione ancora non dichiaratamente naufragata con la propria compagna; un’identità di genere mai pienamente accettata; la propria onestà intellettuale vanificata dall’entrata in scena del subdolo direttore editoriale di una nota testata fumettistica. In un epilogo imprevisto, le parti finiranno per capovolgersi: l’approfittatore si ridurrà a tramite inevitabile per la rinascita dell’ignara vittima; il mentecatto da usare asservirà sempre più il proprio aguzzino, trovando nel suo aiuto interessato la via per la verità.

Link per l’acquisto

 

Annunci

[Novità] – Vi presento il Booktrailer di «Una felicità leggera leggera»

Con gioia vi annuncio che è stato realizzato il booktrailel mio ultimo romanzo «Una felicità leggera leggera» a cura di Stefania Bergo, de Gli Scrittori della Porta Accanto.

Lo condivido con voi, con enorme soddisfazione.

Perché è bello

Perché mi ha emozionata

Perché racchiude perfettamente l’essenza del romanzo

…a voi piace? 🙂 ❤

«Una felicità leggera leggera» di Loriana Lucciarini – Romance, 2017 – versione ebook e  cartaceo – edizioni Le Mezzelane – editing a cura di Carlo Porrini

 

REALIZZAZIONE VIDEO

Stefania Bergo per Gli scrittori della porta accanto https://www.gliscrittoridellaportaaccanto.com/p/booktrailer.html

MUSICA

Open (2015)

Written by Melanie Ungar and Mark Zubek

Produced by Mark Zubek

https://www.jamendo.com/track/1204666/open

CONTRIBUTI VIDEO

Un homme à la mer

Réalisation: Antoine Colomb

Scénario: Clothilde Farinotti

Image: Julien Roux

Avec Diane Dassigny et Xavier Valoteau

Chef Opérateur: Julien Roux

Régie: Diego Maraboli et Guillaume Rio

https://vimeo.com/9064099

Ebook 2,99€ – Amazonhttps://amzn.to/2GCxNJFLe Mezzelane – http://www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?id_product=42&controller=product

Cartaceo 8,41€ – http://www.lemezzelane.altervista.org/negozio/index.php?id_product=159&controller=product

Ibshttps://www.ibs.it/felicita-leggera-leggera-libro-loriana-lucciarini/e/9788899964702

Amazon: https://www.amazon.it/Una-felicit%C3%A0-leggera-Loriana-Lucciarini-ebook/dp/B074HV73CM/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1506680625&sr=1-1

SINOSSI
Una donna piena di sfumature. Un uomo chiuso nel suo mondo grigio e spento. Due cuori che s’incontrano trasformando la solitudine in colore. Ma fino a che punto l’amore può diventare la ragione per tradire? Quanto i legami e le paure possono impedire a Miriam di raggiungere quel pezzo di cielo che tanto desidera?
Un romanzo intenso e delicato, capace di scavare a fondo nell’anima, restituendoci squarci di emozioni inchiostrate di parole.

[libri/segnalazione] – Di prossima uscita DEVIL’S TWINS di Calvano-Chiarottino | erotico noir

Benritrovati car* followers! Tutto ok? 😀

Io un po’ indaffarata in questo mese, ma come vedete non manco di pubblicare le novità editoriali che potrebbero interessarvi.

Nel post di oggi vi parlerò di un volume di prossima uscita: scritto dalla coppia Lidia Calvano e Manuela Chiarottino, quest’ultima già ospite nel salotto di Scintille con suoi due romanzi, il romanzo è un erotico/noir dal titolo DEVIL’S TWINS.

L’accattivante copertina è stata realizzata da Lovely Covers (Ale Romance) e colpisce subito facendo partire l’immaginazione… Ma bando alle ciance! Ecco qui il romanzo.

Data di uscita: 19 aprile 2017… tra pochissssssimo! 😉

Titolo: Devil’s Twins – Autore: Lidia Calvano, Manuela Chiarottino – Cover:  Lovely Covers (Ale Romance)  – Editore: self published – Piattaforma: Amazon, con opzione KU – Prezzo: 1,99 Euro – Pagine: 200 – Data di pubblicazione:19 aprile 2017 – Genere: Noir, Erotico


Sinossi

Antonella vuole andarsene, cambiare vita, casa, amicizie, rescindere ogni legame col passato. Imbocca però una strada che la porterà ben più lontano di quanto avesse immaginato.

Il suo gemello la cerca disperato, ma Torino e i suoi misteri rischiano di inghiottire anche lui in una trappola fatta di magia, potere, bugie.

Una scia di delitti efferati lo conduce sulle tracce della sorella, ma un alto prezzo andrà pagato prima che la verità che cerca si lasci finalmente svelare.

Alcune storie non possono essere narrate per intero da un unico testimone; sono piuttosto come un mosaico, che rivelerà il disegno finale solo quando l’ultimo tassello sarà andato al proprio posto. Devil’s Twins è dunque un noir a più voci, dove sotto gli occhi dei cinque protagonisti s’intrecciano amore e sesso, manipolazione e ingenuità, esoterismo e inganni.

Ciascuno di loro possiede un frammento di verità, ma questo non basterà a preservarli dalle tenebre. Nessuno rimarrà senza macchia: ogni anima rischia la dannazione, quando decide di allontanarsi dalla luce.

Forse c’era un disegno profondo in tutto quello che era accaduto. Forse entrambi i gemelli erano destinati ad arrivare a lui, e lui ad amarli entrambi.”

Attenzione: per i contenuti trattati e alcune scene descritte il romanzo è destinato a un pubblico adulto. 


Estratto

 «Oh, mi scusi…» dissero entrambi quasi all’unisono, scontrandosi nell’angusto portoncino dello studio di Vanna. Era sera fatta, la piccola strada abbastanza buia. Lui alzò lo sguardo, stupito dall’incrociare qualcuno che usciva dalla cartomante a quell’ora insolita, e si ritrovò a fissare gli occhi chiari e sperduti di una ragazza molto graziosa. Fu come se qualcosa di violento lo avesse colpito nell’animo. Un desiderio improvviso, predatorio, urgente. Un’ondata di energia che lo proiettava verso la giovane donna, in modo irrazionale e possessivo, qualcosa che non provava da moltissimo tempo. Si scansò, galante, per farla passare, ma non riuscì, per l’emozione, a proferire parola. «Grazie» mormorò lei con voce appena percettibile e sgusciò via nella notte a passo veloce. «Potevi dirmelo che avevi clienti fino a tardi, non mi piace interferire col tuo lavoro, lo sai, né farmi vedere troppo qui da te.» «Ciao, Ennio. Non era una cliente, non ancora, era qui per curiosità. Sembrava non sapere neanche dove stesse di casa» «Tornerà» rispose lui avviandosi verso il piccolo studio con sicurezza, come se fosse casa sua. «Anch’io lo penso…» «Avvisami, quando lo farà.» Vanna apparve stupita, di fronte a quelle parole pronunciate in tono perentorio. «Il falco ha puntato un’altra preda, stavolta una fragile colomba… » commentò a bassa voce, come tra sé, mentre seguiva l’uomo verso il salottino privato. Avevano molte cose di cui discutere.

 

 

[libri] – “Caro Papà”… le parole da dire per far fluire l’emozione | intervista con le curatrici dell’Antologia

Carissim* follower! ❤

Vi avevo già informato dell’uscita dell’antologia “Caro Papà, le parole non dette“, un progetto del collettivo de Gli Scrittori della porta accanto, ripubblicato in versione rinnovata e con contenuti aggiuntivi, proprio in questi ultimi giorni, ricordate? 😀 [comunque, per chi se lo fosse perso ecco il link]

Un volume intenso, poetico, struggente, che scava a fondo nei sentimenti.

Proprio partendo da ciò, oggi parleremo…

♥ Delle emozioni che fermano o liberano le parole ♥

img3E lo faremo con il team delle admin* [vedi scheda in calce]  che ha dato vita al volume, in un’intervista collettiva come collettivo è stato il progetto che ha creato quella sinergia speciale che ha permesso a più autori di legarsi insieme in questo lavoro complesso, corale.

Mi sono divertita a buttare lì alcune domande e a raccogliere le risposte, ne è venuto fuori un affresco di cuori e sentire complesso e sfaccettato…

La vita porta spesso a toglierci le parole… quali sono le cose che non hai detto e che avresti voluto dire?

Ornella Nalon: L’ho scritto anche nella poesia con cui ho partecipato alla silloge: “…Vi leggerò, ne sono certa, il perdono che sto cercando, per non essere riuscita a dirti mai – Ti ringrazio, papà, perché ci sei -“ A volte si è portati a non esprimere i propri sentimenti con i familiari, dando per scontato che già li conoscano. Ma quando si crea un vuoto, si vorrebbe averlo riempito di abbracci, di coccole e di “Ti voglio bene”.

Stefania Bergo: Mi sono resa conto di aver sprecato troppi “ti amo” per altri e non aver mai detto abbastanza “ti voglio bene” ai miei genitori. Ma sto cercando di recuperare… 🙂

Tamara Marcelli: Non ho rimpianti, solitamente esprimo quel che sento, tuttavia avrei voluto, in qualche caso, comunicare i miei desideri, non pensare sempre a quelli degli altri.

img1

E’ stato catartico partecipare a questo volume dove si scava a fondo nell’animo umano?

Valentina Gerini: Il rapporto con il padre spesso é pieno di argomenti mai toccati e parole non dette. Scavare dentro per cercare quelle parole, dare voce ai pensieri, cimentarsi nella poesia é stato interessante. Un po’ come un viaggio.

Tamara Marcelli: La poesia presentata per questa antologia ha una storia immediata che però affonda le radici nel tempo di una vita intera, in un rapporto profondo tra parole dette e non dette. Ed è per far emergere queste parole dall’oblio fisiologico del tempo delle nostre vite che la poesia è nata, scaturita in pochi attimi, tra un ricordo e un pensiero, emergendo quasi autonomamente. D’istinto. Senza veli.

Stefania Bergo: Non catartico, il mio rapporto con la figura paterna non aveva bisogno di essere “risolto”. Ma è stato emozionante ripensare all’affetto che mi lega a lui, quello senza dubbio. Anche perché non lo manifesto mai abbastanza.

Se dovessi dare un colore al tuo scritto qui inserito, quale sarebbe?

Stefania Bergo: Uhm… direi ROSSO, perché con passione “pretendo” da Lui, chiunque regni i cieli, di lasciarmi il mio papà il più a lungo possibile!index

Silvia Pattarini: Il mio colore sarebbe il MARRONE, come la terra che mio padre ama tantissimo, marrone il colore dei funghi che ama raccogliere, marroni le foglie e le castagne nei boschi d’ autunno, marroni i ceppi di legna che infila nel camino, marrone il vetro delle bottiglie piene di vino!

Tamara Marcelli: Il CELESTE. Il colore immenso del cielo e del mare nelle giornate d’inizio estate.

Se dovessi dare un’emozione, a rappresentare la tua partecipazione a questa antologia, quale sarebbe?

Tamara Marcelli: La gratitudine.

Stefania Bergo: Commozione. Sempre quando penso ai miei genitori. Forse perché mi sento in difetto nei loro confronti. E solo adesso che sono mamma me ne rendo conto…

img2

A conclusione di questo incontro con alcune delle Autrici del volume, aggiungo il commento di Samantha Terrasi, proprio in merito all’Antologia:

“Caro Papà, le cose che non ho mai detto” è un Ti voglio bene nel momento del bisogno, quando dopo la bufera arriva quel senso di famiglia che è nodo che si stringe attorno ai problemi per risolverli. Ci tenevo a scriverlo perchè ci sono questi post un po’ catartici, fanno uscire cose che non pensavi di conservare così stretto. Quindi grazie.


 

Le parole che non ho mai detto un viaggio dentro il cuore, un viaggio nella vita…

Acquistatelo qui


stefaniabStefania Bergo: Nella vita sono un ingegnere biomedico, specializzata nella progettazione di ospedali. Per me scrivere è un hobby che ho coltivato fin da piccola. Poche volte ho raccontato storie inventate o poesie. Più spesso ho descritto le mie esperienze significative, raccogliendole prima in un blog e poi nel mio libro “Con la mia valigia gialla”.

 

vgeriniValentina Gerini: Le sue più grandi passioni sono i viaggi e la scrittura. Dei viaggi ne ha fatto la sua professione, diventando accompagnatrice turistica; della scrittura il suo hobby, occupandosi degli articoli per un mensile dedicato alle storie di paese e ai fatti che accadono nella zona della Valdera (Pi), Il Ponte di Sacco. Suoi i romanzi: “La notte delle stelle cadenti” e “Volevo un marito nero”

 

tmarcelliTamara Marcelli: Dopo la maturità conseguita al Liceo Classico, ha studiato Lettere e Tecniche dello Spettacolo e ha conseguito la Laurea in Psicologia Giuridica.
Scrive poesie, romanzi, testi teatrali, articoli e saggi. Ha studiato canto e recitazione per oltre dieci anni e ha lavorato come attrice in alcuni importanti Teatri di Roma e del Lazio. Artista poliedrica, decisamente eccentrica, un’ amante dell’arte in tutte le sue forme. Si definisce una sognatrice folle. Ha scritto: “Il sogno dell’isola” e “Il blu che non è un colore”

onalonOrnella Nalon: Sono diplomata in ragioneria e lavoro, come impiegata amministrativa, in una ditta di costruzioni immobiliari della mia zona. Ho una splendida figlia di ventotto anni. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie. Suoi i titoli: “Non è tutto come sembra“, “Oltre i confini del mondo”, “Ad ali spiegate”, “Quattro sentieri variopinti”.

 

spattariniSilvia Pattarini: Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita. “Biglietto di terza classe” è il suo romanzo d’esordio.