[Letti per voi] – Maria Teresa Casella: «Storie sbagliate» | Un trittico di donne capaci di risorgere dalle ceneri, storie forti che s’installano nel cuore e non vanno più via

Storie Sbagliate è un trittico di racconti ispirati a tre donne del nostro tempo segnate da profonde ferite esistenziali. La strada della rinascita sembra impraticabile per loro, eppure, grazie a un bizzarro legame che le unisce malgrado la solitudine, le diversità e il passare degli anni, ognuna riesce a trovare una ragione per andare avanti, pur pagando costi altissimi. Carmen scopre un segreto che sovverte l’ordine della sua vita distruggendone ogni certezza; la sua reazione è di rifiuto e fuga. Melody è nata donna in un corpo di uomo; vive l’ambivalenza sessuale come una condanna, ma non riesce ad affrontare il dilemma legato al cambio di sesso. Joanna ha subìto fin da piccola abusi che l’hanno trasformata in un mostro assetato di vendetta; sentirsi per la prima volta amata, la spinge a un sacrificio estremo. Carmen, Melody e Joanna rischiano di perdersi nella disperazione. Ritroveranno la dignità e la fiducia in loro stesse rimettendo in gioco i grandi sentimenti.

 

Maria Teresa Casella è autrice abile, dotata di sensibilità e tecnica.

Di lei avevo letto il suo precedente romanzo «Amore Obliquo», un noir psicologico che mi era piaciuto tantissimo, così ho preso l’ebook di «Storie sbagliate» appena l’Autrice l’ha pubblicizzato. Amo il suo stile, la capacità di tessere storie complesse, pregne di approfondimento psicologico, con un’ambientazione ben delineata e personaggi sfaccettati.

Ero certa che non mi avrebbe delusa e così è stato, lei è una conferma! 🙂

 

«Storie sbagliate» è un trittico di racconti intensi, graffianti, che lasciano il segno e che rimangono. Tre donne apparentemente  tanto diverse e distanti da non avere nulla in comune, legate invece dal filo del destino e da quello delle possibilità.

Ho trovato figure forti di donne dentro vite allo sbando. Esistenze invischiate nel dramma e nel pantano delle possibilità negate, tradite da un affetto anelato, rincorso e rifiutato. Donne perse nel tragitto che va dallo specchio all’immagine riflessa, quella di un’altra o di un corpo nemico. Storie abbandonate all’angolo, dopo uno sguardo in cui manca l’intesa. Vite rinnegate, scansate, di cui noi osservatori di passaggio notiamo pochi frammenti in un’occhiata distratta sufficiente però a farci scappare spaventati per tenerci alla larga da esse, perché forte è il terrore di venire invischiati in quella spirale che disgrega tutto quello che c’è un’anima e che la porta a perdersi, perdersi per un amore esclusivo, un gesto estremo, per la rabbia inespressa che trasforma tutti in vittime. O per la fragilità che spezza la speranza levandogli le ali di farfalla, per una fuga disperata, quanto vana, dal proprio dolore e dalla spietata della resa dei conti, che ognuno di noi – prima o poi – è costretto a fare.

Esistenze sbagliate, certo. Che però, inaspettatamente, non finiscono nel punto di non ritorno; non si concludono in fondo al baratro.

Perché oltre al perdersi c’è il ritrovarsi. La rinascita dalle proprie ceneri. La forza vitale che trasforma queste donne disgregate in Fenici per ridare loro futuro e ali tra spicchi di luce.

 

Lettura consigliata per la qualità e lo spessore delle storie narrate, capace di emozionare e coinvolgere.

Loriana Lucciarini

[letti per voi] – ll Segreto di Piazza Napoli, di Gino Marchitelli: un noir da leggere

Uella follwers carissm*! 😀

Ho una nuova recensione per voi. Che ne dite di un bel noir, coinvolgente e scritto molto molto bene? Questo sono certa vi piacera!

Sto parlando di «Il segreto di Piazza Napoli» dell’autore Gino Marchitelli. Eccolo qui!

Titolo: Il Segreto di piazza Napoli – Autore: Gino Marchitelli – Editore: Fratelli Frilli – Anno 2016 – genere: giallo/noir – pagine: 190 – versione: cartacea + ebook – prezzo cartaceo 10.12 euro – ebook: 4.99 euro – link per l’acquisto: qui


Sinossi

Durante una tempesta di neve a Mondondone, un paesino dell’Oltrepò Pavese, in una vecchia stalla abbandonata, viene assassinato un ragazzo, Fabio, appena rientrato in paese dopo aver scontato più di due anni di pena in carico ai servizi sociali a Milano. Clara, la nonna paterna con cui il ragazzo era appena tornato a vivere, è convinta che l’uccisione sia legata al suo coinvolgimento in un vecchio episodio di stupro di gruppo, finito tragicamente, ai danni di una giovane studentessa del posto, e molto amica del nipote. Una vicenda abilmente insabbiata e direzionata da potenti personalità e politici legati all’alta borghesia milanese che erano riusciti a far assolvere il “branco”. Salvatore Maraldo, detto Totò, intelligente ex brigadiere dei carabinieri, amante delle canzoni di Francesco Guccini, da poco in pensione e sposato con Noris, tenterà di dare risposta alle molteplici domande legate alla morte di Fabio conducendo una illegale, quanto pericolosa, indagine parallela a quella della magistratura. Si muoverà tra Milano e l’Oltrepò Pavese, fino ad arrivare a un clamoroso colpo di scena finale destinato a rompere tutte le certezze di una Milano borghese.


La mia recensione

Da leggere perché…

Gino Marchitelli ha già lettori di lunga data che lo seguono nelle sue storie a tinte giallonoir.

Lui, scrittore capace, attento e competente, mai superficiale o banale, questa volta si discosta dal suo solito modo di fare narrativa e propone uno stile più raffinato, più intimistico, semplicemente “più”.

«Il Segreto di Piazza Napoli» è un noir piuttosto che un giallo, dove i protagonisti si muovono tratteggiando eventi e situazioni con la loro varia umanità.

Belle e intense alcune scene.

Nuovi personaggi, primo romanzo con le indagini di Totò Maraldo, ex brigadiere ora in pensione.

Descrizioni stilisticamente perfette, caustiche e al vetriolo quanto basta, approfondite e capaci di sondare animo e colori che compongono le sfumature dei suoi personaggi.

Davvero un salto di livello per lo scrittore Marchitelli.

Voto: 5*

Loriana Lucciarini

 

 

[letti per voi] – Non è tutto come sembra, di Ornella Nalon

bannerGiallo time: atmosfere di provincia, per un’indagine dal finale a sorpresa…

NON E’ TUTTO COME SEMBRA, di Ornella Nalon

 

imagesBel giallo con indagini serrate e una bella descrizione dell’ambiente e dei personaggi.

Giovanni Colucci, è il protagonista di questa storia, un uomo affascinante, pieno di luci e ombre ma davvero irresistibile. E’ grazie ai capitoli iniziali – in cui si racconta la sua storia e il suo passato, permettendoci di comprendere appieno la situazione attuale e il mondo in cui egli si muove – che diventa il catalizzatore della vicenda. Ma poi è grazie ai successivi approfondimenti che ne scavano l’animo, i pensieri e le situazioni che egli vive, che egli si trasforma in una presenza viva, reale, quasi tangibile, cara. Perché Giovanni è un tipo tosto, imperfetto al punto giusto, capace di stimolare la simpatia del lettore che gli si affianca per tutto il tempo arrivando a fare il tifo per lui. E’ uomo dalla personalità sfaccettata: irriverente, affascinante, a tratti indolente, un uomo che ama alla follia sua figlia, che ha un rapporto ancora a tratti irrisolto con la ex moglie e che  vive un presente da seduttore che fin troppo spesso stupisce anche lui. Il forte senso di giustizia e le vicende del passato lo hanno trasformato in un integerrimo carabiniere. La sua intelligenza viva e un ottimo sesto senso ne fanno un abile investigatore, dalle intuizioni quasi sempre geniali.

Così accade anche in questo caso e l’intricata trama, ben gestita dall’Autrice, viene risolta con un colpo di scena che diverte e colpisce.

Ornella Nalon dimostra notevoli capacità narrative e di puntuali incastri.

Questo volume è stata una piacevole scoperta per una piacevole lettura: un romanzo ben strutturato e congeniato da un’Autrice che riesce a rendere veritiere situazioni e personaggi, dettagliando con arguzia vizi e ombre della Provincia italiana.

Se amate le investigazioni e i personaggi “tosti” ve lo consiglio! ;-D

Loriana Lucciarini

images


  • Titolo: “Non è tutto come sembra” 
  • Autore: Ornella Nalon
  • Genere: noir – giallo
  • Anno: 2014
  • Editore: 0111 Edizioni
  • Formato: ebook Kindle – Acquistalo qui

Sinossi

A bordo di un’auto recuperata in un fiume viene rinvenuta la salma di Giancarlo Visconti, un giovane e rinomato psicologo. La morte sembra accidentale, ma il maresciallo dei Carabinieri Giovanni Colucci ricorda che altri due psicologi dello stesso comune sono morti negli ultimi due anni e comincia a insospettirsi. Convince i suoi superiori a non derubricare il caso come un semplice incidente stradale e si adopera per dimostrare che si tratta di un omicidio. L’autopsia accerta che Visconti non presenta segni di annegamento e che la causa del decesso è dovuta allo sfondamento della scatola cranica per mezzo di un corpo contundente. Ottenuta la conferma dei suoi sospetti, il maresciallo, con l’aiuto della sua piccola squadra, indaga per trovare l’assassino e per stabilire un collegamento tra le morti dei tre psicologi, elemento che suffragherebbe la tesi di un serial killer. Approfondite e scrupolose indagini volgono a comprovare questa teoria e, da quel momento, la vita di numerose persone sarà passata al setaccio. In apparenza sembrano tutti innocenti, anche se alcuni di loro presentano dei lati oscuri. In questa trama intricata, riusciranno i nostri valenti militari dell’Arma a individuare l’omicida seriale?


L’Autrice: Ornella Nalon

a6209-jpgEcco come l’autrice si presenta nella sua pagina personale nel web [visita il sito dell’Autrice qui]:

«Mi chiamo Ornella Nalon, sono nata a Mira, una ridente cittadina della riviera del Brenta, in provincia di Venezia ove, tutt’ora, risiedo. Sono diplomata in ragioneria e lavoro, come impiegata amministrativa, in una ditta di costruzioni immobiliari della mia zona. Nel mese di febbraio del 2013, mi sono affacciata al mondo dell’editoria con la mia prima pubblicazione che, se pur di scarso successo, mi ha reso orgogliosa e ha incrementato la mia voglia di scrivere. Il titolo del libro è “Quattro sentieri variopinti” edito dalla Arduino Sacco Editore di Roma e si tratta di una raccolta di quattro racconti per ragazzi. Nel mese di Gennaio 2014, ho pubblicato il mio secondo libro Oltre i Confini del Mondo edito dalla 0111 Edizioni, nella categoria “mainstream”. A febbraio dello stesso anno, è uscito il mio terzo libro. Anche questo è una raccolta di racconti per la seconda infanzia dal titolo “Ad ali spiegate” pubblicato dalla “Edizioni Montag”. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie».

[Letti per voi] – Misteri di una notte d’estate – Giulia Mastrantoni

bannerindexMisteri di una notte d’estate, Giulia Mastrantoni (Montag editore)

Ciao a tutti car* followers! Ho appena terminato la lettura di questo volume, apprezzandone lo stile e la prosa, così vi propongo la mia recensione…

Una raccolta di racconti brevi, che vi avvinceranno per alcune ore grazie alle capacità descrittive dell’Autrice.

Racconti di diversi generi, legati assieme dalle notti estive. Alcuni divertenti ed esilaranti, scritti con humor british e dai dialoghi scoppiettanti e surreali; altri più intimistici e approfonditi psicologicamente.

L’Autrice si destreggia bene in entrambi i generi e ha una buona capacità narrativa, con con uno stile personale e ben tratteggiato riesce a dare punti di vista sorprendenti e innovativi.

I racconti Mistero di una notte d’estate, Il gallo a mezzanotte e Assalto al castello sono i più comici, dissacranti e divertenti, satirici tra le righe e con una struttura davvero originale.

Il corpo di Silvia e Beatrice non ama e, infine, Elise, sono quelli più d’impatto, con connotazioni psicologiche, l’ultimo addirittura noir. Entrambi affrontano il tema del corpo delle donne, della psiche femminile e della sessualità non vissuta in pieno e quindi fonte di chiusura, frustrazione e patologie. Ben scritti e ben descritti è soprattutto in questi ultimi che si trovano spunti di riflessione e punti di vista inusuali, fuori dagli schemi, con un’angolazione originale.

Ne consiglio la lettura per alcune ore di evasione libresca.

∼ Loriana ∼


Info libro

Titolo: Misteri di una notte d’estate

Autore: Giulia Mastrantoni

Editore: Montag

Collana: Le Fenici

Anno: 2015

pagine: 55

genere: racconti brevi

prezzo: 10,20 euro

Acquistalo qui


 

Info autrice

Giulia Mastrantoni studia Lingue a Udine e si appassiona al cinema. Dal 2012 collabora all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrive per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare.
I suoi racconti “Scott è un cane blu” , “Il primo sparo” e “Preconcetti Universali” sono stati pubblicati su SugarPulp, “Halloween con le lasagne” è parte dell’antologia “Halloween all’italiana 2014”, mentre “Una tesi sulla Terra” e “Un gelato a Milano” fanno parte dell’eBook del concorso artistico-letterario di Ufo sulla rete. Ha vinto il primo premio per la sezione Narrativa Giovani al concorso internazionale Napoli Cultural Classic con il suo racconto “I Denti di dracula” nel Maggio 2015.
“Misteri di una notte d’estate” è la sua prima antologia.