[letti per voi] – Il Duca di ferro, di Monica Serra: uno steampunk che sa far sognare

16425976_10210425803355365_2269329374084257_n

Titolo: “Il Duca di ferro” – Autore: Monica Serra – Editore: Astro – Anno: 2016 – Genere: Steampunk – Formato: cartaceo e ebook – Prezzo: 9,90 – Acquistalo qui


Sinossi

Una missione top secret, un sanguinoso agguato e una ferita mortale travolgono Henry C. Demison, duca di Sharp, ufficiale dell’esercito britannico.

on un audace esperimento, lo scienziato Boyle gli salva la vita e lo consegna a notti dissolute, incubi, carne e metallo.

Quando Sharp viene chiamato a recuperare i documenti nascosti in territorio francese prima di essere ferito, il destino lo fa imbattere nelle sorelle Finnegan.

Un inaspettato scambio di persona sconvolge i piani del tormentato duca, risucchiandolo in un tragico epilogo. O si tratta forse di un nuovo inizio?


La mia recensione

Ambientazioni steampunk, avventura, complotti e amore, un amore romantico ma fatto di ferro e fuoco, di segreti svelati e una nuova rinascita…

Monica Serra grazie alla sua scrittura lieve e elegante, confeziona questa breve avventura, riuscendo a trasportare il lettore nell’Inghilterra Vittoriana, con tutto il suo fascino di crinoline, passeggiate, sale fumose di giocatori, duelli e congiure.

Un piccolo gioiellino che finisce – haimé! – fin troppo presto ma che contiene perle di poesia capaci di emozionare a lungo, come i baluginii che arrivano a noi attraverso nebbia, che ci sorprendono e donano colore nelle pagine.

Il volume ha la doppia versione italiano/inglese, interessante la veste editoriale, bella la copertina!


L’Autrice

 

Monica Serra, sognatrice e narratrice di mondi, esordisce nel 2009 con il romanzo fantasy Cuore di drago. Ha pubblicato numerosi racconti di genere, tra cui Sangue alieno, e il romanzo breve Ali del futuro (Eve edizioni, 2015).
Ama leggere, viaggiare e scrivere e vive con la sua popolosa famiglia (marito, figli, due gatti e una suocera) alle porte di Roma. Ecco il suo blog