[Letti per voi] – Leggenda di sangue e amore di Theresa Melville | Intrighi nella Londra vittoriana sconvolta dagli omicidi di Jack lo Squartatore

Leggenda di sangue e amore Theresa Melville Editore: Leggereditore Collana: Narrativa Anno edizione: 2015 Pagine: 282 p., Brossura EAN: 9788865086285 ACQUISTALO QUI

Romanzo apprezzato.
Bella storia di amore, ambientata nell’atmosfera della Londra vittoriana che consente al lettore di provare il brivido di paura che sicuramente ha serpeggiato negli abitanti dell’epoca, dove imperversavano gli efferati delitti di Jack Lo Squartatore.
La personalità dei protagonisti, ben delineati e caratterizzati, emerge con nettezza attraverso le vicende. L’introverso e appassionato ispettore Nathan Odell è affasciante quanto irritante nei suoi scatti nervosi. La contessina Susan Ballantyne è intraprendente e impulsiva, arguta quanto scaltra; impossibile tenerla a freno e sperare di fermarla prima che riesca a cacciarsi in situazioni di alto rischio. Muriel Graves, la prostituta che sarà legata alla vicenda del criminale, è sfaccettata e credibile nella sua umanità.

L’Autrice è brava a mantenere per tutta la durata del romanzo la giusta tensione, alternandola a sapienti descrizioni, elaborazione d’intreccio narrativo e la giusta dose di intrigo amoroso.

 

5 Stelle convinte!

Loriana Lucciarini

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

[Letti per voi] – Un’altra vita, Lucilla Celso | un romanzo sfaccettato

Seconda recensione della giornata – perché è vero, ogni tanto latito ma quando ci sono, ci sono! 😛 – questa volta del romanzo di Lucilla Celso «Un’altra vita»

Titolo: «Un’altra vita» – Autore: Lucilla Celso – Editore: LibroMania – Genere: romance/giallo – Anno: 2016 –  Formato: ebook – Acquistalo qui


Sinossi

Anna si è appena separata dal marito, con il quale non è riuscita a superare il trauma di un dolore troppo forte. Si è votata anima e corpo al lavoro nell’Arma dei Carabinieri: le indagini che segue mettono spesso a repentaglio la sua stessa vita, ma la appassionano e la squadra speciale di cui fa parte è come una nuova famiglia. Dentro di lei, invece, il dolore e la paura sono sempre in agguato. La missione più difficile per Anna sarà affrontarli e superarli per tornare a vivere.


La mia recensione

Un romanzo che mi ha spiazzata, perché viene classificato come giallo/thriller ma in realtà non lo è.

C’è approfondimento psicologico, ma in realtà c’è anche altro.

C’è azione, indagini ma non è solo questo.

C’è una storia d’amore tormentata dove troppo sovente le paure dei protagonisti rovinano sempre tutto. C’è però anche la voglia di non sprecare la seconda occasione che la vita concede, di rado e non a tutti: una nuova opportunità, questa volta da vivere con più consapevolezza.

C’è una donna determinata, forte e fragile allo stesso tempo, fin troppo testarda, per la quale non si riesce a non fare il tifo, anche se può essere un personaggio non banale, non scontato, a volte scomodo.

C’è un uomo, uno in particolare, pieno di luci e ombre, dal carattere complesso e da un passato che fa troppo male per poterne anche solo parlare. Un uomo le cui parole a volte mancano e diventano distanza fisica, solida.

C’è una squadra investigativa coesa, con membri competenti e capaci, con le dinamiche di un gruppo sottoposto a stress e alla convivenza forzata, che si muove in situazioni delicate, tra intercettazioni e pedinamenti di esponenti del crimine organizzato.

Le personalità dei protagonisti sono ben delineate; l’autrice scava a fondo nelle loro emozioni e nella loro vita, dandoci un’insieme collettivo sfaccettato e credibile.

La trama “action” si avvale attimi di suspance per via delle situazioni pericolose in cui spesso i i membri della squadra si trovano coinvolti.

Classificherei questo romanzo come un romance di spessore, dove la parte poliziesca serve solo da contorno per realizzare una storia di anime che si cercano e che si trovano, che si perdono e che si riallacciano, nonostante la tempesta della vita li abbia travolti più volti e lasciati spossati, senza fiato, a leccarsi le ferite…

Adatto a lettrici e lettori che amano approfondire dinamiche relazionali e in cui l’aspetto predominante è il legame e la psicologia dei personaggi, più che per quelli che ricercano il classico giallo-noir-thriller, fra cui questo titolo è inserito e che invece ha ben altre caratteristiche rispetto al genere.

Loriana Lucciarini

[Letti per voi] – “La borsa da viaggio blu” – l’avvincente thriller di Giancarlo Molinari

Coinvolgente, appassionate, divertente, interessante…

C’è davvero tutto in questo romanzo d’esordio di Giancarlo Molinari: ben congeniato, ottima prova, consigliatissimo, che prende un 10 pieno per il viaggio avvincente in posti del mondo, tra culture cibo, ansia e criminalità, di cui il nostro autore riesce a dare una realistica, vivida e, purtroppo amaramente vera, ricostruzione.

 

Sto parlando di “La borsa da viaggio blu”, romanzo dell’autore Giancarlo Molinari, edizioni Arpeggio Libero

 

Titolo: “La borsa da viaggio blu”, Autore: Giancarlo Molinari, Editore: Arpeggio Libero, Collana: Necatrix, Anno: 2014, Genere: Thriller, Pagine: 288 pp.; Formato: cartaceo copertina brossura – Prezzo: 16€ (scontato a 12.90 sul sito dell’editore) –  Acquistalo qui


 


Sinossi

Una sera come tante, nel locale dove svolge il suo lavoro da barista aggiunto, a Giancarlo Merini, un ragazzo dal carattere incompleto, viene affidata una borsa in custodia temporanea, un’ora gli è stato detto. Quella borsa, si rivelerà ciò che il ragazzo cercava da tempo: una svolta nella monotonia della vita. Certo, la svolta sognata era diversa: meno drammatica.
Sente di doverla accettare, perché un rifiuto costerebbe la distruzione di se stesso, la fine di ogni passione, la fine dell’intensa storia d’amore, con la sua Cristina, la fine di ogni rapporto affettivo, persino con i genitori, soprattutto costerebbe la vita a un alto numero di ragazzine e ragazzini allo sbando. Così verrà coinvolto in una vicenda, dove i pericoli sono occulti, non si vedono, ma sono presenti ogni minuto durante il suo viaggio, con una sola meta davanti: o riesce a salvare le vittime, oppure verrà
distrutto insieme a loro.

L’Autore: Giancarlo Molinari

molinari_120x120La mia vita è schizzata in più direzioni, a seconda dell’occasione. Proverò a metterla in ordine. Studi: liceo, con maturità (maturità?) risicata da allievo pigro. Biennio a Giurisprudenza con altrettanto impegno scarso. Abbandono anziché andare fuori corso.  Attività in parallelo: sport. Calciatore di buone speranze, e discreto tennista, con delusione finale dovuta a uno strappo muscolare, mal curato, alla coscia destra. Per tenere a freno l’esuberanza fisica, Giancarlo(io) si era dato totalmente all’alpinismo, pratica svolta perlopiù in solitaria. Compagno occasionale di Walter Bonatti; oltre ad apprendere come ci si arrampica, Walter mi era stato utile per capire il modo di contenere la paura, conseguenza di un passaggio estremo. Vita sentimentale: qualche storia senza seguito, e una relazione con una donna, durata cinquant’anni, senza arrivare al matrimonio, con il frutto, gradito, di mia figlia. All’età della pensione nuova sterzata verso una direzione imprevista. Vent’anni a seguire la mia Paola, nella sua professione di restauratrice d’oggetti d’arte. Che altro? L’età, ecco: “esordiente, seppur non più giovanissimo” è stato un simpatico eufemismo usato al momento di accettare il mio primo scritto… 83 (da sei giorni sono in corsa per l’ottantaquattresimo.)


La mia recensione

Una storia pressante, dai contorni foschi, su una realtà che è fin troppo conosciuta e in cui il giovane Giancarlo Merini (omonimo dell’autore), si trova catapultato per uno strano gioco del fato.

Una borsa da viaggio blu, lasciata in custodia da uno sconosciuto avventore, è ciò che darà il via a questo romanzo: un messaggio misterioso per il prescelto con la richiesta d’aiuto nell’accettare di svolgere una rischiosa missione, fingendosi qualcun altro.

Giancarlo è intelligente, ironico, spensierato e innamorato di Cristina, esperto conoscitore delle sue amate montagne e barman a tempo perso, ottimo studente universitario, con una famiglia alle prese con la crisi lavorativa. Un ragazzo come tanti, magari con qualche spiccata caratteristica personale, ma comunque un giovane normale, che conduce un’esistenza normale tra università e le ore trascorse al bar dove lavora, tra le sere in casa davanti alla tv a seguire le vicende politiche italiane degli anni Novanta. Eppure… proprio lui è il destinatario di quella richiesta d’aiuto!

Una richiesta a tratti assurda: la partecipazione a una rischiosa missione contro trafficanti di bambini. La verità, di cui il ragazzo verrà a conoscenza, lo sconvolgerà così tanto per toccarlo fin nell’animo, impedendogli di tirarsi indietro, nonostante il compito sia arduo e pericoloso, nonostante lui non si addestrato a tale scopo, nonostante non abbia doti da 007.

Incapace di rifiutare Giancarlo vive giorni pieni di dubbi e domande: “Sarò capace?”, Mi tradirò?”, “Come potrò fare la cosa giusta al momento giusto?”, “Come muoversi in certi ambienti di cui non conosco nulla, senza farmi scoprire per via della mia estraneità?”. E poi, la domanda delle domande: “Perché proprio io?”

Eppure, pur sapendo i rischi che corre, pur dovendo infiltrarsi in un mondo criminale duro e spietato di cui non conosce i meccanismi, Giancarlo accetta. E parte, seguendo le istruzioni dettagliate che i servizi segreti gli hanno lasciato. Da questo momento in poi il giovane si ritroverà immischiato in una spirale di eventi che metteranno a repentaglio la vita di molti, la sua per prima.

Gli ultimi capitoli sono una discesa senza freni dentro l’orrore della violenza.A Giancarlo servirà tutta la determinazione per non esserne sconfitto e sopraffatto.

Il finale è una presa di realtà dura e consapevole, il lettore non può che esserne segnato nell’anima.

Narrazione perfetta, ritmo incalzante che non perdona, il romanzo si inizia e finisce in breve tempo perché il lettore non riesce a staccarsi dagli avvenimenti. Le vicende sono raccontare in prima persona dalla voce del protagonista, con uno stile ironico, eviscerato dal superfluo.

A tratti ho goduto di momenti descrittivi di alto livello letterario: la rude poetica di Giancarlo Molinari, scevra da orpelli ma toccante e vivida, mi ha reso lo scrittore affine ad altro grande autore italiano (anche lui esperto scalatore), che apprezzo molto per il modo diretto e immediato di far arrivare le emozioni.

Leggetelo.

Loriana Lucciarini

[libri/segnalazione] – Il thriller “Accesso Negato” di Ugo Lucchese in uscita con LibroMania

coverCarissim* follower oggi vi segnalo una nuova uscita!

Si tratta del romanzo di Ugo Lucchese, edito per LibroMania: un thriller disponibile attualmente in versione digitale ma che a marzo sarà anche in versione cartacea. Una storia che saprà certamente coinvolgervi nella lettura.

Sto parlando di: Accesso Negato, Nessuna pietà per i traditori

Titolo: Accesso negato – Autore: Ugo Lucchese – Editore: Libromania – Genere: Thriller – Anno: 2017 – Formato: digitale: epub, Mobi – Prezzo: € 1,99 – Link per l’acquisto qui

Scopriamo di più nella trama…


La Trama

Tra bastardi che non vorresti mai trovare sulla tua strada e canaglie con cui è impossibile non simpatizzare, un thriller dal ritmo incalzante e pieno di continue sorprese…

Tradire un’organizzazione criminale è una cosa rischiosa, soprattutto se si ha a che fare con la Costellazione, un impero del crimine potentissimo e supersegreto. Non la pensa così Nico, che si occupa di fabbricare dossier per mettere sotto scacco imprenditori, politici e chiunque entri nel mirino del Giudice, il misterioso capo dell’organizzazione. Forse stanco di una vita da furfante e accecato dalla perizia che ha sempre dimostrato nel suo lavoro, Nico ha deciso di rischiare e assicurarsi un futuro sereno grazie ai segreti di cui è a conoscenza e alla sua esperienza negli “affari”. Qualcun altro, però, lo ha anticipato e il tradimento non passa inosservato come sperato, scatenando una caccia all’uomo senza quartiere in cui tutti fanno il doppio gioco e forse nessuno è davvero quello che sembra.

Perché lo abbiamo scelto? La trama è ben congegnata e riserva colpi di scena dall’inizio alla fine; il cast dei personaggi costituisce una galleria di tipi umani, molti dei quali poco raccomandabili, ma assolutamente irresistibili. [direzione editoriale LibroMania]


L’Autore

Ugo Lucchese (Foggia, 1980), diplomato al Liceo Classico San Giuseppe di Monza, lavora in Unicredit per cui si occupa della gestione audio e video degli eventi aziendali. È sposato e ha una figlia, Gemma.

More

Per informazioni: libromania@libromania.net – Ufficio stampa Accesso Negato: accessonegato.lucchese@gmail.com